Mondo

Lezioni da Fukushima: la sfida nucleare come problema globale

A dieci anni dal disastro di Fukushima, un altro disastro – stavolta programmato – sta per abbattersi sull’Oceano Pacifico, per poi disperdersi in tutto il mondo. Le cisterne di stoccaggio delle acque radioattive usate per raffreddare i nuclei danneggiati non...

Il FMI per la ripresa

Il fatto che il Fondo Monetario Internazionale stia valutando l’emissione di 650 miliardi di dollari in Diritti Speciali di Prelievo non è una di quelle notizie che scaldano i cuori dell’opinione pubblica. Invece dovrebbe; perché il futuro della stabilità economica...
Futuro dell'Europa 09-04-2021

Draghi, Erdogan e il futuro dell’Europa

Riferendosi a quanto accaduto ad Ankara tra il Presidente turco Erdogan e i presidenti del Consiglio europeo, Michel, e della Commissione europea, Von der Leyen, Mario Draghi ha detto che bisogna cooperare con i dittatori se e quando serve, ma...

I Balcani occidentali chiamano l’Europa: c’è bisogno di cambiamento

Nei Balcani sta crescendo la consapevolezza che l’Unione europea possa non essere l’unico partner disponibile. Da parte di Bruxelles occorre una certa dose di ottimismo pragmatico e realismo geopolitico sull’allargamento, che dovrebbe essere al centro anche della Conferenza sul futuro...
Economia e sociale 07-04-2021

Quanto ci costano i paradisi fiscali

Mentre in Italia gli animi si surriscaldano, dopo un anno di pandemia, e domina la retorica dello scontro fra corporazioni e classi sociali della nostra stessa comunità, ogni giorno i paradisi fiscali ci rendono tutti più poveri, nell’ignoranza o nell’indifferenza...

Ciao Bob, profeta dell’integrazione monetaria sovranazionale

Robert (Bob) Alexander Mundell si è spento a quasi novant’anni, nel suo castello (la Villa di Santa Colomba) tra Monteriggioni e Siena. Premio Nobel per l’economia nel 1999, è stato uno degli artefici dell’integrazione monetaria europea e vivace propugnatore di...
02-04-2021

Difesa europea: la proposta spagnolo-olandese e il ruolo di Roma

Per Altiero Spinelli gli Stati nazionali erano ostacolo e strumento del processo di unificazione europea. Quest’idea si è poi evoluta (“i governi democratici sono ostacolo e strumento”) fino ad includere anche le elezioni nazionali come elemento in grado di condizionare,...
Migrazioni 01-04-2021

Moria 2.0: il campo profughi dove l’Ue prova nuove tecnologie di sorveglianza

I tre campi di Lesbo, Old Moria e Moria 2.0 raccontano tutti la storia dell’ecosistema su più livelli che dà origine al fascino per le soluzioni rapide, facilitate dalla tecnologia. Eppure la complessità dei movimenti umani è tutt’altro che semplice,...
30-03-2021

Il voto Onu sulle sanzioni a Cuba: perché i Paesi Ue si sono sbagliati (e l’Italia si deve vergognare)

I paesi Ue hanno votato contro l’abolizione delle sanzioni economiche per Cuba, Iran, Venezuela e Siria. Nonostante si sia seguito un metodo giusto, si è commesso un errore politico e, nel caso italiano, ci si dovrebbe anche profondamente vergognare.  Il...
24-03-2021

Il segnale di Biden e il futuro dell’Europa

Sebbene alzando drasticamente i toni del confronto, arrivando addirittura ad apostrofare pesantemente il presidente russo Putin, l’inquilino della Casa Bianca sta mandando segnali agli alleati, a partire da quelli europei. “…Dimitri mi pare fuori luogo abbandonarsi agli isterismi in un...
22-03-2021

Elezioni Israele: il ritornello del voto e la parabola del signor Netanyahu

Riuscirà il Primo ministro, abile equilibrista sul filo di un potere affacciato nel vuoto, ad uscire indenne dalle elezioni nel balagan pandemico? Contesto e specificità del panorama politico israeliano verso il rinnovo della Knesset, martedì 23 marzo. Alfredo De Girolamo...
19-03-2021

Se Londra tenta di recuperare la sovranità rafforzando l’arsenale nucleare

Secondo le rivelazioni del Guardian e del Sun la Gran Bretagna sta per annunciare un aumento delle sue scorte di armi nucleari. “Riprendersi la sovranità”, “Take back control”: erano questi i mantra dei brexiters durante la campagna referendaria e nel...
Salute 19-03-2021

Covid-19: uno schiaffo ai paesi poveri che ci costerà caro

Mercoledì 17 marzo il quotidiano La Stampa ospita un editoriale della brava giornalista  Karima Moual che denuncia con forza  la decisione del WTO che ha bloccato la iniziativa di 80 paesi del Sud del mondo, guidati da India e Sudafrica –...

La presenza dell’Ue nel futuro dell’Artico

L’area del Polo Nord è tornata nell’agenda dell’Ue, con la Commissione e il servizio per l’azione esterna che stanno preparando un aggiornamento della politica artica dell’Unione, scrive Andreas Raspotnik. Andreas Raspotnik è Senior Research Fellow presso il Fridtjof Nansen Institute...

G20: la difficile transizione dall’egemonia del dollaro

Grandi cambiamenti stanno interessando nell’ultimo decennio il sistema monetario internazionale. L’indebolimento dell’egemonia del dollaro, accreditato ormai da molti come inevitabile, progressivo, recentemente accelerato da Trump (che ha snobbato quel multilateralismo sul quale tale ruolo egemonico in realtà si reggeva), ha...
12-03-2021

Un nuovo accordo Ue-Nato? Sì, ma per fare cosa?

L’elezione di Joe Biden alla Casa Bianca ha rilanciato il dibattito europeo sui rapporti con Stati Uniti e NATO da parte di molti think thank e, generalmente, le tesi sostenute si concludono con la consacrazione della dipendenza europea dagli USA...

Keynes e la maledizione di Carabosse

Settantacinque anni fa, l’8 marzo del 1946, il lussuoso General Oglethorpe Hotel di Wilmington Island, nei sobborghi di Savannah, in Georgia, ospitava la riunione inaugurale dei Consigli di Amministrazione della Banca mondiale e del Fondo monetario internazionale, la cui istituzione...
05-03-2021

Congo, Africa e neocolonialismo: il ruolo che l’Europa non riesce a giocare

Se l’Unione europea pensa di avere un diverso sistema di valori da imporre nella gestione della cooperazione internazionale deve iniziare ad organizzarsi in termini seri con piani di sviluppo per l’Africa, scrive Fabio Masini. Avevo preferito attendere che calasse il...
25-02-2021

Caucaso meridionale. Un’antica strage in un nuovo contesto geopolitico

Il 26 febbraio 2021 ricorre il ventinovesimo anniversario della strage di Khojaly. In questa cittadina del Nagorno Karabakh, la regione internazionalmente riconosciuta parte dell’Azerbaigian e occupata – fino al 9 novembre 2020 – dalle forze dell’Armenia si consumò una delle...
18-02-2021

L’autonomia strategica dell’Unione europea

Il proposito della Presidente Ursula von der Leyen di creare una “Commissione geopolitica” si sta scontrando con la dura realtà della politica internazionale. L’incidente di Mosca, quando Lavrov ha definito l’Ue un “partner non affidabile” alla presenza di Josep Borrell...
02-02-2021

Myanmar, la genesi del colpo di stato militare

Lunedì 1° febbraio l’esercito del Myanmar ha effettuato un colpo di stato nei confronti del governo democraticamente eletto di Aung San Suu Kyi. È stato dichiarato lo stato di emergenza per un anno e il capo militare Min Aung Hlaing...

L’Unione europea e Joe Biden: verso un nuovo multilateralismo

Prime telefonate di Joe Biden, da poco più di una settimana alla Casa Bianca, ai leader stranieri. Con la sua elezione l’Unione europea ha tirato “un sospiro di sollievo”, ma adesso è chiamata a ridefinire la propria agenda transatlantica.  Quando...
27-01-2021

Alexei Navalny e le nuove sfide dell’opposizione russa

Gli appelli dell’ oppositore russo Alexei Navalny a sostegno della democrazia e di solidarietà con la sua reclusione in carcere sono stati ascoltati da un numero significativo di russi. Alcune fonti, come la Reuters, fanno accenno a 40.000 partecipanti scesi...
21-01-2021

Navalny rappresenta un primo test chiave per Biden, l’Ue e le nuove relazioni transatlantiche 

Una cosa che ci aspettiamo dalla Russia è l’imprevisto. Nessuno aveva previsto che l’opposizione russa avrebbe ottenuto una forte affermazione alle elezioni regionali di Khabarovsk dello scorso settembre. Né che questo avrebbe portato a un fallito tentativo di assassinio di Alexei...