Mondo

Yellen a Bruxelles: l’incubo del ritorno al bipolarismo

Janet Yellen, Ministro del Tesoro Usa (e già Presidente della FED), è stata chiamata a tenere una Tommaso Padoa-Schioppa Lecture allo Brussels Economic Forum ieri, 17 maggio. Non è stato esattamente un discorso in linea col pensiero di Tommaso. Parliamoci...
Futuro dell'Europa 28-04-2022

È l’ora degli Stati Uniti d’Europa

Oltre 250 personalità provenienti dal mondo accademico, dalla società civile, dalla comunità imprenditoriale, dalle istituzioni di tutta l’Ue hanno firmato un appello per chiedere una maggiore integrazione europea. Noi cittadini europei siamo spaventati dal ritorno della guerra nel cuore dell’Europa....

Previsioni economiche del FMI. Cosa ci attende

Lo aveva già annunciato la Banca Mondiale qualche giorno fa: “le prospettive economiche mondiali si stanno rabbuiando”. Adesso lo certifica il Fondo Monetario Internazionale, con l’Economic Outlook pubblicato il 19 aprile. Tra il 2022 e il 2023, l’invasione Russa dell’Ucraina...

Spring Meetings di Fondo Monetario Internazionale e Banca Mondiale a Washington: mai così complicati

Dal 18 al 24 aprile si tengono gli Spring Meetings del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e della Banca Mondiale (BM). Quest’anno, gli occhi sono puntati come non mai su Washington, anche se gl’incontri avranno luogo interamente in forma virtuale. La...
Futuro dell'Europa 15-04-2022

È l’ora della federazione europea

La guerra in Ucraina mostra la debolezza dell’Unione Europea e soprattutto dei suoi Stati membri. Ci ricorda che il nazionalismo porta alla guerra, che non è scomparsa dall’Europa, ma soltanto dall’Unione Europea grazie alla costruzione di istituzioni sovranazionali, fondate sulla...

Le conseguenze economiche della guerra in Ucraina. Il ruolo dell’Italia e dell’Europa

Dal punto di vista economico, la guerra in Ucraina è un profondo e asimmetrico shock negativo dell’offerta, perché spezza, in punti nevralgici, la catena globale del valore attraverso cui i paesi si scambiano, reciprocamente, beni e servizi. Bastano due esempi,...
13-04-2022

Sanzioni extraterritoriali Usa: meglio violare la legge europea o far arrabbiare Washington?

Il caso Bank Melli Iran contro Telekom Deutschland è significativo perché evidenzia l’impatto invasivo delle sanzioni extraterritoriali statunitensi e mette in luce le debolezze della risposta dell’Ue, scrive Dick Roche. Dick Roche è un ex ministro irlandese per gli affari...
Futuro dell'Europa 11-04-2022

Letta per l’Europa federale

In un lungo saggio pubblicato sul Foglio Enrico Letta propone una riforma dei Trattati per creare sette unioni e costruire un’Europa federale. Il Segretario del PD Enrico Letta ha esposto in maniera chiara e dettagliata la sua posizione europea, chiedendo...
Economia e sociale 11-04-2022

Gentiloni per un “Momento Hamiltoniano” 2.0

Dopo meno di due anni dal Next Generation EU, che l’allora Ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz aveva definito un “momento Hamiltoniano” per la UE (facendo riferimento alla decisione di Alexander Hamilton, Ministro delle Finanze dell’appena costituita federazione statunitense, di...
08-04-2022

La rivincita di Netanyahu manda in crisi Israele

Israele rischia di nuovo le elezioni. Il futuro di Bennett è appeso ad un filo Netanyahu è di nuovo il possibile protagonista del futuro del Paese. La sera del 17 novembre del 2003 Roma è teatro di una delle più...

Allargamento ai Balcani: abbiamo bisogno di un’Europa coraggiosa

Per molto tempo c’è stata una dicotomia tra la metodologia del processo di integrazione dell’Unione europea e gli aspetti politici della stessa, che ora viene messa alla prova dalle richieste di un’adesione rapida all’Ue dell’Ucraina e dal ritmo da “tartaruga”...

Il ritorno dell’autarchia

La globalizzazione (almeno per come l’abbiamo conosciuta negli ultimi decenni) è arrivata, per il momento, al capolinea; stroncata prima dai lockdown legati all’emergenza pandemica e poi dall’invasione russa dell’Ucraina. Per decenni a venire, i paesi cercheranno di organizzarsi per realizzare...

Perché il gas naturale non è né una soluzione giusta né di transizione

In questo momento di guerra con esplicite implicazioni energetiche, i responsabili delle decisioni finanziarie pubblici e privati, secondo Marilyn Waite, devono ricordare che il gas fossile “non è né una soluzione giusta né transitoria”. Marilyn Waite è amministratore delegato del...
17-03-2022

Nato e crisi ucraina: l’Europa della Difesa è una terza via?

Mentre gli occhi del mondo sono concentrati sulla crisi ucraina, uno sguardo vigile ma più ampio porta a rivolgere l’attenzione agli altri due Stati dell’Europa orientale che nel 2014 hanno iniziato un processo di associazione all’Unione Europea contemporaneo a quello...
15-03-2022

Dalla guerra in Ucraina alla federazione europea

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia porta l’Europa a dover sostenere il Paese invaso, pensando nel contempo a un metodo per liberarsi della dipendenza dall’invasore e rafforzarsi, scrive Domènec Ruiz Devesa. Domènec Ruiz Devesa è membro del Parlamento europeo per...
Economia e sociale 14-03-2022

Servono misure straordinarie per l’economia europea

Scriveva qualche giorno fa Adam Tooze che, al di là di bombe, carrarmati, edifici sventrati, morti ed esodi biblici, ossia l’immagine della guerra alla quale siamo abituati, è in corso un conflitto più sottile e potenzialmente ancora più devastante: “una...
11-03-2022

L’Europa deve fare tutto il necessario per salvare l’Ucraina

Un gruppo di dieci direttori di istituti di ricerca e think thank europei ha firmato un appello congiunto che esorta i leader dell’UE a imporre ulteriori sanzioni contro la Russia e a frenare le azioni di Mosca in Ucraina senza...
04-03-2022

La guerra di Putin all’Ucraina vista con la Teoria dei giochi

La teoria dei giochi nacque come disciplina a sé (a cavallo fra matematica, economia e scienze politiche) nel 1944 negli Stati Uniti, con la pubblicazione del libro “Theory of Games and Economic Behavior” (“Teoria dei giochi e comportamento economico”), di...
Futuro dell'Europa 03-03-2022

L’iniziativa di Draghi per una difesa europea e l’unione politica

Il discorso di Draghi in Parlamento di martedì 1 marzo potrebbe passare alla storia perché contiene una chiara iniziativa politica per la difesa europea. E unita a quanto detto in precedenza in Parlamento, anche per l’unione politica. Il 1 marzo...
03-03-2022

L’ora della difesa federale europea

L’UE, il 28 febbraio scorso, per la prima volta nella sua storia, ha annunciato che utilizzerà parte dei fondi della European Peace Facility per acquistare armi da inviare in Ucraina, a sostegno della resistenza all’invasione russa. Sarebbe però incomprensibile per...
01-03-2022

L’invasione russa dell’Ucraina tra vecchi allineamenti e rinnovate alleanze

Nella contrapposizione tra Mosca e Kiev, gli attori internazionali, soprattutto mediorientali, che hanno fitte relazioni con l’Europa, si stanno ricompattando intorno all’Occidente. Alfredo De Girolamo ed Enrico Catassi sono autori di diverse pubblicazioni sulle questioni mediorientali. L’escalation drammatica della guerra...
01-03-2022

Germania: quelle tentazioni pericolose

La Germania ha annunciato lunedì 28 febbraio un investimento da 100 miliardi di euro per potenziare la propria difesa. Nel pomeriggio, a margine dell’incontro dei Ministri dell’energia a Bruxelles, il Ministro tedesco Habeck ha annunciato “misure radicali” per ridurre la...
Futuro dell'Europa 28-02-2022

Il futuro dell’Europa e la lezione di Putin

Ogni crisi può diventare un’opportunità; sta a noi farlo accadere. Il violento attacco della Russia contro l’Ucraina mette a nudo tutte le contraddizioni di un progetto d’integrazione europea ancora incompleto. È il momento di rafforzare subito la sovranità europea in...
22-02-2022

Crisi in Ucraina: alcune domande a Draghi e ai governi europei

Il governo Draghi si fonda su europeismo e atlantismo e la crisi in Ucraina ci interroga su cosa fare per rafforzare l’Unione Europea e la NATO. Mostra infatti l’impotenza dei governi nazionali, che dovrebbero spiegare ai cittadini europei perché non...