Economia e sociale

20-01-2021

E adesso un governo di scopo

Conte ha vinto la prima battaglia in quella che si annuncia come una lunga guerra. Che purtroppo rischia anche di essere logorante per il paese, per noi cittadini. Serve un governo di scopo, che si concentri su poche cose cruciali,...
Capitali 19-01-2021

La realtà e i rischi per l’Italia

L’interdipendenza economica e politica raggiunta è tale che nell’Unione ci si salva solo insieme. L’ultima cosa che l’Italia può permettersi è un governo che apra nuovamente uno scontro continuo con l’Unione, scrive il direttore di Euractiv Italia Roberto Castaldi. L’Italia...
18-01-2021

Mes, il grande spauracchio

Qualche amico mi ha chiesto perché avrei cambiato idea sul Mes: da strenuo difensore del suo utilizzo in primavera a critico oggi di Renzi, che sul mancato utilizzo del Mes (a suo dire) ha fatto cadere il governo. Eppure è...
13-01-2021

Recovery Plan al buio: il prezzo della crisi di governo

Aprire una crisi ora significa lasciare al buio la regia di un piano di ripresa che richiede profondo impegno, capacità di spesa e coordinamento fra i vari livelli di governo, scrive Fabio Masini. Ieri sera il Consiglio dei Ministri ha...
11-01-2021

Recovery Plan: città protagoniste del futuro in Europa

Che le città debbano essere le protagoniste della ripresa economica, culturale, sociale del paese e dell’Europa intera non c’è alcun dubbio. I dati ci dicono che saranno proprio le città, i sistemi locali, le comunità ad essere attrici della crescita...
04-01-2021

Renzi, l’Europa e il futuro del paese

La strategia proposta da Renzi di utilizzare i soldi del Recovery interamente per progetti nuovi rischia di essere un salto nel buio. Il commento di Fabio Masini. Al netto di slogan strumentali, la vera distanza che separa il governo da...
Futuro dell'Europa 02-01-2021

Il futuro dell’Europa: dal bilancio 2020 al rilancio 2021

Protagonista assoluto di questa nuova fase sarà il Next Generation EU. Le grandi incognite che pesano su questa rilevante massa monetaria sono tre: la partita delle risorse proprie, la crescita dell’indebitamento e il ripristino delle regole fiscali. In attesa dei...
Bilancio 01-01-2021

Voci dalla storia: il Trattato di Lussemburgo e le risorse proprie

Cinquant’anni fa entrava in vigore il Trattato di Lussemburgo, che introduceva le risorse proprie per finanziare il bilancio della Comunità e il diritto di veto dell’Assemblea parlamentare Europea sull’approvazione del bilancio. Un passo avanti importante per la futura Unione Europea,...
31-12-2020

L’anno che verrà

Finalmente! Credo sia un commento ampiamente condiviso sulla fine di questo annus horribilis. Il Covid-19 ci ha colto alla sprovvista, mettendo in ginocchio i nostri sistemi economici e la tenuta sociale di molti paesi. Ha sconvolto le catene globali del...

Portogallo alla presidenza dell’Ue: tra lavoro da ultimare e volontà di lasciare il segno

Il 1° gennaio 2021 la Germania cederà la Presidenza del Consiglio dell’Unione europea al Portogallo. Il governo portoghese sarà alla testa della terza presidenza che dovrà fare i conti con la pandemia di Covid-19. Nonostante ciò, con un vaccino ormai...
Futuro dell'Europa 21-12-2020

L’Ue può raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 a costo zero

L’Unione europea potrebbe raggiungere la neutralità carbonio a un costo netto pari a zero. È questo il titolo di un recente rapporto McKinsey (How the European Union could achieve net-zero emissions at net-zero cost, December 3, 2020), che esamina le...

Voci dalla storia: François Perroux e l’integrazione monetaria

Sono passati esattamente 77 anni da quando, il 20 dicembre 1943, veniva pubblicato sulla Revue de l’économie contemporaine un saggio di François Perroux su La monnaie dans une économie internationale organisée. Un documento per molti versi confuso. Scritto con un...
18-12-2020

Tommaso Padoa-Schioppa: un vuoto lungo dieci anni

Dieci anni fa, il 18 dicembre 2010, ci lasciava improvvisamente Tommaso Padoa-Schioppa. Nell’ombra, come suo solito; mentre cenava con un gruppo di amici. Perché TPS (come lui stesso siglava appunti e scritti) non amava i riflettori. Pur essendo stato uno...
11-12-2020

Voci dalla storia. Il Libro Bianco di Delors su Crescita, competitività, occupazione

Chissà se 27 anni sono sufficienti per imparare dagli errori commessi. Sembrerebbe di no, se ancora oggi i 27 paesi dell’Unione Europea fanno fatica ad immaginare una strategia unitaria, continentale, per lo sviluppo dell’Europa nei prossimi anni. Mentre la Cina...
08-12-2020

Recovery Plan: effetto sostituzione e poche idee nuove

Leggendo i giornali sembra che la Grande Notizia sia la bozza di Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNRR) fatta circolare dal governo. Si tratta certo di un passo avanti rispetto alle Linee Guida di settembre. Si indicano...

“Great Reset”: l’anno zero del mondo dopo la pandemia

Ha prodotto per ora più tesi complottiste che risultati il “Great Reset”, progetto presentato dal fondatore del World Economic Forum di Davos Klaus Schwab e da molte altre personalità – dal Principe Carlo di Windsor ai vertici del Fondo Monetario...
Capitali 07-12-2020

Le contraddizioni europee del M5S

Sull’Unione europea il Movimento 5 Stelle ha sempre avuto una posizione ambigua. Le contraddittorie dichiarazioni di Di Maio in materia negli anni lo testimoniano. In parte ciò era dovuto alla convivenza nel Movimento 5 Stelle di posizioni diverse in materia....
04-12-2020

Mes: il masochismo al potere

Dopo che l’eurogruppo ha varato lunedì 30 novembre la riforma del Mes, già prevista per lo scorso anno e rinviata a causa prima delle ritrosie italiane e poi del deflagrare dell’emergenza pandemica, tocca ora ai parlamenti nazionali ratificarla. Si tratta...
Capitali 04-12-2020

Valery Giscard d’Estaing: un sognatore europeo

Nessun altro statista ha lasciato un segno più grande in Europa di Valery Giscard D’Estaing (1926 – 2020). Per il presidente francese, la chiave per la costruzione dell’Europa è stata la cooperazione tra Francia e Germania. Nato a Coblenza (Germania)...
02-12-2020

Il bilancio Ue: una questione di solidarietà 

L’Europa si trova a un crocevia nella lotta al Covid-19. Come già accaduto molte volte in passato, i leader europei devono scegliere la direzione del loro viaggio. Ci muoveremo tutti insieme per affrontare il virus tenendo alti gli ideali fondamentali...
27-11-2020

30 anni fa l’Italia entrava in Schengen

Sono passati 30 anni da quando, il 27 novembre 1990, l’Italia firmava l’Accordo di Schengen. Stipulato cinque anni prima (il 14 giugno 1985) fra Germania, Francia e i tre paesi del Benelux, l’Accordo prevedeva la libera circolazione delle persone fra...
25-11-2020

Tutti sul carro del nuovo Mes

In vista dell’agognata riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità, concordata già oltre un anno fa e rimandata, per adesso, in attesa che emerga un compromesso comune, si moltiplicano le proposte per una ridefinizione del suo ruolo, nell’ambito della governance economica...

I fondi del MES sono un’occasione importante e non rinviabile per l’Italia

Su Italia e Meccanismo europeo di stabilità (MES, il Fondo salva-Stati) va avanti dalla primavera scorsa una vicenda con fasi alterne e risvolti a dir poco sorprendenti, e che è tornata prepotentemente d’attualità nei giorni scorsi in seguito a un’intervista...
Diritti 23-11-2020

Governi contro cittadini: la resa dei conti

Quello che sta accadendo col veto di Polonia e Ungheria sull’accordo per le risorse proprie, essenziale per una rapida conclusione dei negoziati sul bilancio pluriennale (al quale è legato anche il Next Generation EU), è la resa dei conti nello...