1200 firme per un’Europa federale

200602_iMillexEuropaFederale_540

Il presidente dell’Unione europea dei federalisti, Sandro Gozi, ha consegnato al presidente David Sassoli, una lettera indirizzata al Parlamento europeo dal Movimento federalista europeo (Mfe) e dalla Gioventù federalista europea (Gfe). Nella lettera, sottoscritta da oltre mille personalità italiane, si chiede al Parlamento di mantenere alta l’ambizione del Recovery Fund e di rilanciare il processo di integrazione europea.

“Ho consegnato le quasi 1200 firme della campagna ‘I mille x Europa Federale’ al presidente del Parlamento europeo, David Sassoli”. Lo ha dichiarato all’Ansa Sandro Gozi, presidente dell’Unione europea dei federalisti ed europarlamentare di Renew Europe, che aggiunge: “Con il presidente Sassoli abbiamo condiviso la necessità e l’urgenza di dotare l’Unione di nuove risorse per il rilancio europeo. Abbiamo un’occasione e una responsabilità storica. Dobbiamo guardare al futuro e al benessere dei cittadini europei e delle prossime generazioni, avviando un nuovo grande piano di rilancio e di transizione economica, digitale ed ecologica, gestito dall’Ue, facendo pagare i giganti del digitale, della finanza e chi inquina. I federalisti e il Parlamento europeo sono impegnati insieme in questa battaglia”.

L’iniziativa “I Mille x Europa Federale” ha coinvolto in Italia, tra l’inizio di giugno e i primi di luglio, esponenti del mondo politico, accademici, rappresentanti del mondo del lavoro, del terzo settore e della cultura. Mfe e Gfe lo hanno promosso come un contributo che i federalisti offrono al Parlamento europeo per far sentire la vicinanza sui temi europei da parte di chi opera sul territorio.

“L’appello e si suoi firmatari chiedono un’Europa federale: chiedono al Parlamento europeo di mantenere la sua posizione ambiziosa in merito al nuovo bilancio pluriennale e il fondo straordinario Next Generation Eu, chiedono nuove risorse proprie nel nuovo Quadro finanziario pluriennale per sviluppare la creazione di un’autonomia fiscale dell’Ue e sollecitano una riforma federale dell’Unione europea” ha spiegato Sandro Gozi nel consegnare al presidente Sassoli il dossier dell’appello con l’elenco dei firmatari.

Da parte sua David Sassoli, nel ringraziare per l’iniziativa, ha voluto sottolineare come questo punto della creazione di vere risorse proprie autonome europee sia centrale per il Parlamento europeo, e ha raccomandato di mantenere alta la mobilitazione su questa richiesta.

L’appello e l’elenco dei firmatari sono stati inviati anche al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per sollecitare su questi temi anche l’impegno del governo italiano.