Covid-19: è ora di dimostrare ai cittadini che possono contare sull’Europa

DISCLAIMER: Le opinioni espresse in questo articolo riflettono unicamente la posizione personale dell'autore, non quella di EURACTIV.ITALIA né quella di EURACTIV Media network.

Il centro di test per il Covid-19 all'aeroporto di Bruxelles. [EPA-EFE/STEPHANIE LECOCQ]

Gli eurodeputati, che hanno firmato questo appello, chiedono che l’Ue stabilisca parametri di riferimento comuni in materia di salute pubblica per facilitare decisioni coordinate sui controlli alle frontiere.

I cittadini europei sono stati esemplari nella lotta contro la Covid-19. Hanno affrontato con coraggio una grave minaccia per la salute e hanno pagato il pesante prezzo economico, sociale e psicologico del contenimento.

Dopo quei mesi strazianti, non vedevano l’ora di trascorrere una vacanza tranquilla nei Paesi vicini.

Purtroppo, la mancanza di coordinamento tra gli Stati membri ha sconvolto questi giorni di riposo. Anche se il Parlamento europeo e la Commissione europea avevano individuato, mesi prima, potenziali difficoltà, gli Stati membri non hanno agito in modo adeguato.

Quest’estate abbiamo assistito impotenti allo scoppio del caos alle frontiere interne dell’Unione europea: sono state prese decisioni unilaterali per controllare o limitare le frontiere, sulla base di mappe disparate e di risultati di test controversi da un paese all’altro.

Ieri, i turisti; domani, i lavoratori (transfrontalieri e stagionali), gli studenti, gli artisti… Questa disorganizzazione non avrà solo ripercussioni sulla salute, ma anche conseguenze sulla vita economica, scientifica e culturale europea.

La libertà di circolazione all’interno dell’area Schengen, alla quale siamo profondamente legati, non deve essere minacciata ogni mese, ogni settimana, ogni giorno, senza alcun coordinamento e, soprattutto, senza alcuna giustificazione adeguata. La crisi della Covid-19 non deve essere usata come scusa per un egoismo nazionale.

Insieme siamo più forti. Non dobbiamo dimenticarlo. Dobbiamo provarlo!

Invitiamo la Commissione europea e gli Stati membri ad agire.

Dal nostro punto di vista, l’Unione europea (Ue) deve adottare rapidamente una metodologia comune per la raccolta dei dati sanitari e stabilire la stessa mappatura dei rischi, basata su una codifica a colori identica.

L’Ue deve convergere verso strategie di screening comuni e armonizzare la sorveglianza epidemiologica.

L’Ue deve stabilire parametri di riferimento comuni in materia di salute pubblica per facilitare decisioni coordinate sui controlli alle frontiere e, se necessario, sulle restrizioni alla circolazione tra alcune regioni europee.

Qualsiasi decisione deve essere basata sul parere di un consiglio scientifico europeo.

Il Parlamento europeo non si accontenterà di imparare semplicemente dalle disparità nella gestione di questa grave crisi sanitaria. Essa individuerà inoltre misure e azioni da promuovere e attuare in tutti gli Stati membri.

È giunto il momento che la Commissione, gli Stati membri e il Parlamento trovino soluzioni concrete e reagiscano in modo unitario!

Firmatari:

  • Véronique Trillet-Lenoir, deputata al Parlamento europeo, vice-coordinatrice Renew Europe in seno alla commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Francia
  • Peter Liese, deputato al Parlamento europeo, coordinatore del PPE nella commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Germania
  • Sara Cerdas, deputata al Parlamento europeo (S&D), co-presidente del gruppo di lavoro sulla salute, Portogallo
  • Petra de Sutter, deputata al Parlamento europeo (Verdi/ALE), presidente della commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, presidente di delegazione, Belgio
  • Andris Ameriks, deputato al Parlamento europeo (S&D), Lettonia
  • Bartosz Arkulowicz, deputato al Parlamento europeo (PPE), Polonia 
  • Margrete Auken deputata al Parlamento europeo, Coordinatore Verde/EFA nella commissione per le petizioni, Presidente di delegazione, Danimarca
  • Monika Benova, deputata al Parlamento europeo (S&D), questore del Parlamento europeo, presidente di delegazione, Slovacchia
  • Stéphane Bijoux, deputato al Parlamento Europeo (Renew Europe), Francia
  • Biljana Borzan deputata al Parlamento europeo, vicepresidente del Gruppo S&D, presidente di delegazione, Croazia
  • Gilles Boyer, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Questore del Parlamento Europeo, Francia
  • Sylvie Brunet, deputata al Parlamento europeo, vice-coordinatrice di Renew Europe nella commissione per l’occupazione e gli affari sociali, vicepresidente del gruppo Renew Europe, Francia
  • Cristian-Silviu Busoi, deputato al Parlamento europeo (PPE), presidente della commissione per l’industria, la ricerca e l’energia, Romania
  • Pascal Canfin, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), presidente della commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Francia
  • Catherine Chabaud, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Francia
  • Olivier Chastel, deputato al Parlamento europeo, vicepresidente e coordinatore di Renew Europe nella commissione per i bilanci, presidente di delegazione, Belgio
  • Ilana Cicurel, Deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Francia
  • Tudor Ciuhodaru, deputato al Parlamento europeo (S&D), Romania
  • Nathalie Colin-Oesterlé, deputata al Parlamento europeo, vice-coordinatrice del PPE nella commissione speciale sul cancro, Francia
  • Katalin Cseh, membro del Parlamento europeo, vicepresidente del gruppo Renew Europe e coordinatrice per le risoluzioni di emergenza, presidente di delegazione, Ungheria
  • Miriam Dalli, deputata al Parlamento europeo, vicepresidente del Gruppo S&D, presidente di delegazione, Malta
  • Jérémy Decerle, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Francia
  • Pascal Durand, Membro del Parlamento Europeo, Coordinatore di Renew Europe nella Commissione Affari Costituzionali, Francia
  • Bas Eickhout, deputato al Parlamento europeo, coordinatore Greens/EFA nella commissione per l’ambiente, la salute pubblica e la sicurezza alimentare, vicepresidente del gruppo Greens/EFA, presidente di delegazione, Paesi Bassi
  • Laurence Farreng, deputata al Parlamento europeo, Coordinatrice di Renew Europe nella Commissione per la Cultura e l’Educazione, Francia
  • Loucas Fourlas, deputato al Parlamento europeo (PPE) Cipro
  • Cindy Franssen, deputata al Parlamento europeo, coordinatrice del PPE nella commissione speciale sul cancro, Belgio
  • Claudia Gamon, deputata al Parlamento europeo (Renew Europe), presidente di delegazione, Austria
  • Andreas Gluck, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Germania
  • Sandro Gozi, deputato al Parlamento Europeo (Renew Europe), Italia, eletto in Francia
  • Christophe Grudler, deputato al Parlamento europeo, Vice-Coordinatore Renew Europe nella Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia, Francia
  • Bernard Guetta, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Francia
  • Christophe Hansen, deputato al Parlamento europeo (PPE), presidente di delegazione, Lussemburgo
  • Valérie Hayer, deputata al Parlamento europeo, coordinatrice di Renew Europe nella commissione per i bilanci, Francia
  • Martin Hojsik, Deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Slovacchia
  • Irena Joveva, deputata al Parlamento europeo (Renew Europe), presidente di delegazione, Slovenia
  • Rasa Jukneviciene, deputato al Parlamento europeo (PPE), Lituania
  • Marina Kaljurand, deputata al Parlamento europeo (S&D), presidente di delegazione, Estonia
  • Pierre Karleskind, deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), presidente della commissione per la pesca, Francia
  • Fabienne Keller, Deputato al Parlamento europeo (Renew Europe), Francia
  • Arba Kokalari, deputato al Parlamento europeo (PPE), Svezia
  • Marcel Kolaja, deputato al Parlamento europeo, vicepresidente del Parlamento europeo, coordinatore Greens/EFA nella commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, presidente di delegazione, Repubblica ceca
  • Stelios Kympouropoulos, deputato al Parlamento europeo (PPE), Grecia
  • Nathalie Loiseau, deputata al Parlamento europeo (Renew Europe), presidente della sottocommissione per la sicurezza e la difesa, Francia
  • Cesar Luena, deputato al Parlamento europeo (S&D), vicepresidente della commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Spagna
  • Karen Melchior, deputata al Parlamento europeo, Coordinatrice di Renew Europe nella Commissione Affari Legali, Danimarca
  • Tilly Metz, deputata al Parlamento europeo (Verts/ALE), presidente di delegazione, Lussemburgo
  • Iskra Mihaylova, deputata al Parlamento europeo, vicepresidente del gruppo Renew Europe, Bulgaria
  • Dolors Montserrat, deputata al Parlamento europeo (PPE), Presidente