Vaccini anti-Covid, AstraZeneca riceve l’approvazione dell’Ema

Una dose di vaccino AstraZeneca. [EPA-EFE/DOMINIC LIPINSKI / POOL]

Nonostante le controversie degli ultimi giorni tra l’azienda britannica e la Commissione europea, il vaccino di AstraZeneca ha ricevuto il via libera condizionale da parte dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema). Si tratta del terzo vaccino approvato nell’Ue, dopo Pfizer-BioNTech e Moderna.

È arrivato il parere positivo dell’Agenzia europea dei medicinali sul vaccino di AstraZeneca, dopo che la compagnia farmaceutica e la Commissione europea sono state protagoniste di accesi scambi che hanno portato alla pubblicazione del contratto di fornitura.

AstraZeneca diventa così il terzo vaccino approvato nell’Ue dopo quelli di Pfizer-BioNTech e Moderna. Dagli studi condotti nel Regno Unito, in Brasile e in Sud Africa su 24.000 persone, emerge l’affidabilità e l’efficacia del vaccino della società britannica.

Come negli altri casi, anche AstraZeneca dovrà essere somministrato in due dosi, distanti tra quattro e dodici settimane l’una dall’altra. L’efficacia dimostrata nei test clinici per quanto riguarda la riduzione dei casi sintomatici di Covid-19 è stata circa del 60%.

Come per i precedenti vaccini approvati, l’Ema continuerà a monitorare ulteriormente la sicurezza e l’efficacia del vaccino di AstraZeneca con i dati forniti dall’Ue, dagli Stati membri e dall’azienda stessa.

Astrazeneca, ecco il contratto: l'Ue può importare dosi dal Regno Unito, ma rimangono molte incognite

L’azienda si era impegnata a utilizzare anche gli stabilimenti inglesi. Ma ha ragione quando dice che nel testo si parla di fare “il massimo sforzo possibile” e i dati sulle dosi sono oscurati.

Venerdì 29 gennaio la Commissione europea ha pubblicato …