AstraZeneca, il verdetto dell’Ema: “Vaccino sicuro ed efficace”

Una dose di vaccino AstraZeneca. [EPA-EFE/DOMINIC LIPINSKI / POOL]

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) nelle sue conclusioni ribadisce che il anti-Covd di AstraZeneca è sicuro ed efficace. “I benefici sono superiori ai rischi”, ha dichiarato la direttrice Emer Cooke.

La direttrice Cooke ha poi aggiunto che l’Ema intende lanciare “ulteriori approfondimenti per capire di più” riguardo agli eventi avversi rari segnalati dopo la vaccinazione con AstraZeneca.

“I casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca “sono inferiori” a quelli che avvengono tra la popolazione non vaccinata”, ha detto Sabine Straus, presidente del Prac (Commissione di farmacovigilanza), precisando che la commissione sulla sicurezza dell’Ema non ha trovato prova di problemi di qualità o sui lotti.

La decisione dell’Ema arriva dopo che alcuni Paesi Ue, tra cui l’Italia, hanno deciso di sospendere in via precauzionale la somministrazione del vaccino di AstraZeneca. Le maggiori preoccupazioni sono arrivate dalla Germania, che ha osservato un aumento anomalo di una particolare forma di rara trombosi venosa cerebrale. Martedì l’Ema aveva ribadito che i benefici del vaccino superano i rischi e che non c’era alcuna prova della correlazione fra la somministrazione e il rischio di trombi ed embolie.

L’agenzia lancerà ulteriori approfondimenti per capire di più “riguardo agli eventi avversi rari segnalati dopo la vaccinazione con AstraZeneca”, ha spiegato Cooke.

Non ci sono al momento “indicazioni” che dimostrino un rapporto di causalità tra la vaccinazione e i rari casi di trombosi, ma in ogni caso “occorre restare vigili” nel seguire gli effetti dell’uso del vaccino e mitigare i rischi, fa sapere l’Ema. Il foglietto illustrativo del vaccino dovrà essere aggiornato. “È importante che venga comunicato al pubblico e agli operatori sanitari perché apprendano meglio queste informazioni, permettendo loro di mitigare questi effetti collaterali”, ha aggiunto la presidente del Prac.

Un portavoce della Commissione ha fatto sapere che Bruxelles intende inviare una lettera ad AstraZeneca per “avviare un dialogo con l’azienda nel quadro della risoluzione dei conflitti”. La lettera è già in preparazione, l’esecutivo sta consultando gli Stati membri per poterla inviare rapidamente.