Stato di diritto, la china pericolosa delle derive illiberali

Prosegue la deriva illiberale dello stato di diritto in alcuni Paesi dell’UE come la Polonia la cui recente riforma del sistema scolastico prevede, come dichiarato dal contestato ministro dell’istruzione Przemysław Czarnek, di insegnare agli studenti polacchi che l’Unione europea è diventata un’organizzazione illegale e contraria agli interessi della Polonia o come la Slovenia il cui premer Janez Janša, incurante della precarietà del suo esecutivo e della mozione di censura dello stesso Parlamento sloveno per i suoi attacchi a giornalisti e media contrari alla linea di governo, prosegue la sua battaglia personale riducendo gli stanziamenti statali ai media considerati ostili.