Parte l’Internazionale Progressista

Yanis Varoufakis, ex ministro delle finanze greco e leader del movimento transnazionale DiEM 25. [EPA-EFE/ALEXANDER BECHER]

Il prossimo 11 maggio l’Internazionale Progressista (IP), progetto ideato nel 2018 dalla collaborazione tra il Sanders Institute e Diem 25, farà un salto di qualità con il lancio della sua nuova piattaforma digitale https://progressive.international/.

L’IP, nata per battersi in favore della democrazia transnazionale e contro la diffusione dell’autoritarismo nel mondo, potrà contare su consiglieri quali Noam Chomsky e Naomi Klein, Álvaro García-Linera, Áurea Carolina, Arundhati Roy, Nanjala Nyabola, Carola Rackete e Vanessa Nakate.

L’evento, che vede il coinvolgimento di Yanis Varoufakis e di Bernie Sanders, servirà anche a promuovere il programma della stessa che vede tra i suoi obiettivi strategici quello di creare delle ampie convergenze tra i soci fondatori – DiEM25 e il Sanders Institute – con attivisti, organizzatori, sindacati, associazioni di inquilini, partiti politici e movimenti sociali al fine di costruire una visione comune di democrazia, di solidarietà e sostenibilità che trovi nell’elemento transnazionale una sua chiave di forza.

In tal senso si tratta di un esperimento inedito che ha un’indubbia valenza transatlantica e che aspira a includere e a dialogare anche con esperienze di lotta democratica in Asia ed Africa.