Germania, il governo nomina la leader di Greenpeace inviata speciale per il clima

La nuova ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, ha incaricato Jennifer Morgan, a capo di Greenpeace, di guidare gli sforzi di diplomazia climatica internazionale della nuova amministrazione. [Greenpeace/Bernd Lauter]

La direttrice esecutiva di Greenpeace International, Jennifer Morgan, è stata scelta per rappresentare il governo tedesco in materia di politica climatica internazionale.

Jennifer Morgan, che guida Greenpeace dal 2016 e in precedenza ha ricoperto incarichi per il WWF e il World Resources Institute, sarà presto annunciata come inviata speciale della Germania per la protezione internazionale del clima presso il ministero degli Esteri.

Il ministero degli Esteri guidato dall’ex leader del partito dei Verdi Annalena Baerbock è responsabile della diplomazia climatica internazionale, e incaricherà Morgan in particolare dell’organizzazione della conferenza mondiale annuale sul clima (COP), come riportato dalla Reuters.

Jennifer Morgan alla COP26, a cui ha partecipato come attivista. Si prevede che preparerà i lavori della COP27 per conto della Germania. [Foto: Jennifer Morgan]

Non è chiaro se Morgan guiderà anche il Petersberg Climate Dialogue di Berlino, avviato dall’ex cancelliera Angela Merkel, la cui 13a edizione dovrebbe svolgersi a maggio.

Ulteriori resoconti dei media hanno riportato che Morgan potrebbe diventare segretaria di stato al ministero degli Esteri. Poiché non possiede la cittadinanza tedesca, che è un prerequisito per diventare un funzionario pubblico di alto livello in Germania, la sua domanda per ottenerla è attualmente in fase di elaborazione.

Mentre i Verdi riempiono le stanze del potere a Berlino con persone che condividono le posizioni del partito, i conservatori della CDU/CSU, che sono stati al potere negli ultimi 16 anni, hanno mostrato una notevole indignazione.

“I lobbisti verdi sono buoni lobbisti. Anche come segretario di Stato”, ha twittato l’eurodeputato Markus Pieper, segretario parlamentare della CDU/CSU al parlamento di Strasburgo.

Sentimenti simili sono condivisi da altri parlamentari conservatori. “Come diplomatico esperto, mi chiedo che cosa ci stiano ancora  a fare i diplomatici al ministero degli Esteri”, ha twittato la deputata europea conservatrice Hildegard Bentele.

“Quindi, quando si tratta di Greenpeace, la CDU scopre improvvisamente di avere a cuore  la trasparenza delle lobby”, ha commentato Daniel Freund, eurodeputato dei Verdi.

La promozione di Morgan è l’ultima di una serie di assunzioni da parte dei ministri dei Verdi nel nuovo governo tedesco che cercano di rafforzare la competenza in materia climatica dell’amministrazione. Prima della leader di Greenpeace, il vicecancelliere Robert Habeck aveva assunto infatti il prolifico deputato dell’UE Sven Giegold, e l’ex capo del think tank Agora Energiewende, Patrick Graichen.