Guerra Russia-Ucraina, cosa può fare l’Ue per avviare il processo di pacificazione

Il 9 maggio non ha portato alcun cambiamento, né in meglio, né in peggio, nella guerra in corso tra Russia e Ucraina e nella tragedia umanitaria ad essa connessa. È quindi obbligatorio come europei porci la domanda: cosa possiamo fare per far cessare le ostilità? E la risposta è che l’Unione Europea può fare molto e su molti fronti diversi, a cominciare dall’unione dell’energia e da quella della difesa per poi procedere rapidamente verso la definizione di una politica estera comune che superi i particolarismi nazionali e faccia dell’UE un soggetto internazionale efficace e credibile in grado di offrire ai due contendenti qualcosa di concretamente positivo per entrambi per convincerli a sedersi al tavolo delle trattative o in alternativa qualcosa di concretamente negativo da contrapporre nel caso opposto.