Crisi ucraina: la Russia replica, dopo la Crimea il Donbass

E alla fine la Russia ha invaso il Donbass, o meglio per essere più precisi, ha riconosciuto le rivendicazioni indipendentiste delle repubbliche filorusse di Lugansk e Donetsk ed ha ordinato a parte delle truppe ammassate ai confini con l’Ucraina di entrare nel territorio delle due repubbliche per “assicurare la pace nella regione”. In sostanza Putin sta replicando lo stesso identico copione già utilizzato con successo ai tempi dell’annessione della Crimea, spetta ora all’Unione Europea replicare in modo diverso da quanto fatto nel 2014 per evitare che un domani la Russia si annetta l’intera Ucraina o peggio.