Ucraina, Borrell: “Ogni discussione sulla sicurezza europea deve coinvolgere Kiev”

L'Alto rappresentante Ue per gli affari esteri Josep Borrell visita il confine orientale con la Russia dell'Ucraina. [EPA-EFE/STANISLAV KOZLIUK]

L’Alto rappresentante Ue per gli affari esteri Josep Borrell si trova in Ucraina il 4 e 5 gennaio. È prevista la visita al fronte del conflitto con i ribelli filorussi del Donbass e un colloquio con il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba per discutere di come limitare l’aggressività russa.

Dopo mesi di tensioni tra Russia e Ucraina che hanno portato alle minacce di pesanti sanzioni occidentali verso Mosca se si dovesse verificare un’aggressione, l’alto rappresentante dell’Ue Josep Borrell si è recato a Kiev per una visita di due giorni.

“Con la crescente presenza militare russa, mi trovo qui per dimostrare il sostegno dell’Ue alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha scritto Borrell su Twitter.

La visita di Borrell si svolge alla vigilia di un vertice tra Stati Uniti e Russia che si terrà a Ginevra il 9 e 10 gennaio. Mosca presenterà una serie di richieste a Washington, che di contro l’ha accusata di pianificare un’invasione dopo aver ammassato oltre 100 mila soldati al confine ucraino.

“Oggi è la mia prima visita nella parte est dell’Ucraina”, ha detto Josep Borrell durante una conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. “Era il momento giusto di visitare questa zona, visti gli importanti vertici e appuntamenti dei prossimi giorni”, ha aggiunto.

“È stata un’opportunità per vedere di persona le conseguenze di questo conflitto, che va avanti da otto anni e ha cambiato e distrutto la vita delle persone”, ha detto Borrell. “Come sapete, l’Unione europea è il partner più affidabile dell’Ucraina, che ha fornito sostegno politico, finanziario ed economico. Oltre 17 miliardi di euro sono stati forniti dopo l’annessione russa della Crimea”.

“Ci siamo coordinati con gli Stati Uniti e la Nato, altri partner con la stessa mentalità, per affrontare correttamente l’eventuale ulteriore aggressione russa nei confronti dell’Ucraina”, ha detto Borrell, facendo riferimento alle parole del presidente americano Biden, che aveva annunciato “gravi conseguenze” nel caso di attacchi di Mosca a Kiev.

Russia-Ucraina, Biden promette una “risposta americana decisa” in caso di invasione da parte di Mosca

Il presidente americano Joe Biden ha assicurato all’omologo ucraino Volodymyr Zelenskiy che gli Stati Uniti e i loro alleati “risponderanno in maniera decisa” se la Russia dovesse invadere nuovamente il territorio ucraino. Lo conferma la Casa Bianca in una dichiarazione …

“Non c’è sicurezza in Europa senza la sicurezza dell’Ucraina. Ue e Ucraina devono essere incluse in ogni discussione che riguardi la loro sicurezza”, ha concluso Borrell, sottolineando che la coordinazione deve essere forte anche con Stati Uniti e Nato sul tema.

“Un elemento che vorrei sottolineare è che Ucraina e Unione europea sono allineate su un punto: la Russia non ha diritto di definire in che modo l’Ue si muove nella politica estera, né che tipo di relazione Kiev e Bruxelles debbano avere”, ha dichiarato Kuleba.

“Vorrei ringraziare personalmente l’Unione europea e il signor Borrell per il sostegno dimostrato nei confronti dell’Ucraina nell’affrontare questa situazione. Siamo più forti quando lavoriamo insieme”, ha concluso Kuleba.