L’Ue vuole cercare di uscire dalla “spirale negativa” innescata con la Russia

Il presidente russo Putin. [EPA-EFE/ALEXEI DRUZHININ / SPUTNIK / KREMLIN POOL]

I leader dell’Unione Europea valuteranno se organizzare un summit con il presidente russo Putin come parte di una nuova strategia per gestire le relazioni con Mosca.

I rapporti tra Russia ed Unione europea sono ai minimi storici e, negli ultimi mesi, hanno fatto ulteriori passi indietro anche a causa di alcune azioni di Mosca che hanno trovato risposte nelle sanzioni da parte di Bruxelles.

Tuttavia, gli inviati di Francia e Germania mercoledì 23 giugno hanno proposto di valutare un vertice con Putin, un modo per riallacciare i legami sul fronte commerciale dopo l’incontro del presidente Usa Joe Biden a Ginevra con l’omologo russo.

Al centro dello scontro ci sono soprattutto le situazioni in Ucraina e in Bielorussia, oltre che il tema del rispetto dei diritti umani: Ue e Russia si accusano a vicenda di ingerenza nelle elezioni, di disinformazione e di minacciare la sicurezza e la stabilità dal Baltico al Mar Nero.

Anche secondo il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, pur non eludendo i problemi, serve un nuovo approccio, come quello che vuole impostare l’Ue. “Non possiamo isolare la Russia” in quanto “è una realtà a cui nessuno di noi può sfuggire”, ha detto l’esponente di Kiev alla Reuters prima di una visita a Bruxelles evidenziando la necessità di “motivare Mosca a cessare le sue azioni aggressive”.

Tensioni Ue-Russia: a Mosca prove di dialogo, ma Lavrov lancia accuse all'Occidente

Il ministro degli Esteri russo è tornato sulle questioni in sospeso, tra cui quelle più recenti riguardanti la Bielorussia, nell’incontro con il collega del Portogallo organizzato dal Riac e dalla presidenza portoghese dell’Unione.

I rapporti tra Unione europea e Russia sono …

Da quando la Russia ha annesso la penisola di Crimea nel 2014, appartenente all’Ucraina, la politica dell’Ue ha fatto lo ‘slalom’ tra l’imposizione di sanzioni economiche ed alcune concessioni, come il permesso di completare il nuovo gasdotto Nord Stream 2 dalla Russia alla Germania.

Ma gli sforzi per risolvere il conflitto con i separatisti sostenuti dalla Russia nella regione storica del Donbass non hanno dato alcun risultato, soprattutto a causa della trasgressione del cessate il fuoco da parte di Mosca.

Nei giorni scorsi il Mar Nero è stato l’epicentro di un nuovo incidente diplomatico. La Russia, infatti ha detto di aver sparato dei colpi di avvertimento e lanciato bombe sulla rotta di un cacciatorpediniere britannico che navigava al largo della Crimea. Londra perà ha negato che ciò sia mai successo.

Alla due giorni del Consiglio europeo di Bruxelles, che tratterà anche le questione relative alla pandemia Covid-19 e i legami con la Turchia, i leader sperano di poter partire da un documento strategico sulla Russia scritto all’inizio di questo mese dalla Commissione europea e dal servizio diplomatico dell’Ue.

Il documento mette in guardia contro la “spirale negativa” e “un’ulteriore flessione” dei legami e, adesso, l’aspettativa è che i leader dell’Ue a partire da questo testo trovino un modo per tornare a collaborare Mosca, in particolare sulla lotta contro il cambiamento climatico.

L’ambasciatore russo: la Russia e l’Ue hanno bisogno di uscire da “questo caos”

In un’ampia intervista, l’ambasciatore russo presso l’Ue, Vladimir Chizhov, ha discusso le attuali tensioni sullo sfondo delle presunte operazioni segrete dell’intelligence militare russa Gru sul suolo dell’Ue, il dissidente incarcerato Alexei Navalny, il vaccino Sputnik e il prossimo Forum economico …

Il testo, considerato da alcuni eccessivamente conflittuale, propone di usare lo schema “respingere, costringere, coinvolgere”. “Da un confronto di idee nasce la comprensione”, ha sottolineato un alto diplomatico dell’Unione a sostegno della strategia Ue.

Gli analisti affermano che la visita di Biden nell’Ue dà un segnale chiaro sui futuri rapporti con Mosca: gli Usa vogliono che gli alleati europei gestiscano la sfida russa da soli, concedendo parallelamente più spazio a Washington per gestire la sfida dell’espansionismo della Cina.

Nel settembre 2019 il presidente francese Emmanuel Macron ha provato ad instaurare un nuovo corso positivo di rapporti con Putin, ma senza successo. Alcuni diplomatici dell’Ue sostengono che un miglioramento delle relazioni debba avvenire prima di qualsiasi vertice con il leader russo.

L’ultimo vertice dell’Ue con il presidente russo a Bruxelles risale gennaio 2014. Dopo quella data Francia e Germania hanno organizzato alcuni vertici con Putin per discutere dell’Ucraina orientale nel cosiddetto formato ‘Normandia’, l’ultimo dei quali si è tenuto a Parigi nel dicembre 2019.

Dirottamento aereo Ryanair: a Sochi l’incontro tra Putin e Lukashenko

I presidenti russo e bielorusso si parleranno a margine del vertice Csi, dopo che l’agenzia dell’aviazione civile Onu ha annunciato indagini sull’atterraggio forzato del volo Ryanair in Bielorussia.

Nella giornata di oggi venerdì 28 maggio a Sochi, dove sono riuniti i …

Il rischio che ci siano nuovi motivi di tensione è alto. L’Ue, giovedì o venerdì, pubblicherà i dettagli delle sanzioni economiche contro la Bielorussia, un alleato della Russia che il Cremlino vede come uno strategico stato cuscinetto tra la madrepatria e la Nato. La pressione Occidentale sulla Bielorussia, per ora, non ha fatto altro che rafforzare le relazioni tra Mosca e il dittatore bielorusso Lukashenko.