Kaliningrad, la Lituania “è pronta” per affrontare una possibile disconnessione dalla rete elettrica da parte russa

Il Klaipeda Container Terminal, in Lituania, è il più potente autotrasformatore degli Stati baltici, necessario per l'ampliamento del collegamento del sistema elettrico lituano a quello polacco. [EPA-EFE/VALDA KALNINA]

La Lituania sarà preparata se la Russia la disconnetterà dalla rete elettrica regionale come rappresaglia per il blocco delle spedizioni ferroviarie di alcune merci russe verso l’exclave di Kaliningrad, ma non è previsto alcun confronto militare, ha detto il presidente del paese a Reuters.

Il capo dello stato lettone, Gitanas Naueda, ha parlato dopo che il Cremlino ha avvertito la Lituania martedì 21 giugno che Mosca avrebbe risposto al divieto di transito di merci verso Kaliningrad in modo tale che i cittadini dello stato baltico ne sentissero duramente gli effetti.

Con le relazioni tra Mosca e l’Occidente ai minimi da mezzo secolo per l’invasione russa dell’Ucraina, la Lituania ha vietato il transito delle merci sanzionate dall’Unione Europea attraverso il suo territorio da e verso Kaliningrad, sulla base delle norme sanzionatorie dell’UE.

Kaliningrad è un’exclave russa inserita tra i membri della NATO Polonia e Lituania, e rifornita per ferrovia attraverso il territorio della Lituania in base a un accordo UE-Russia entrato in vigore nel 2003.

La Lituania ha chiuso venerdì scorso la rotta per il trasporto di acciaio e altri metalli ferrosi dalla Russia continentale, affermando che doveva farlo in base alle sanzioni dell’UE entrate in vigore quel giorno.

“Siamo pronti e siamo preparati per azioni ostili dalla Russia (in risposta), come la disconnessione dal sistema (della rete elettrica) BRELL o altri”, ha dichiarato mercoledì il presidente lituano.

Trent’anni dopo la secessione dall’allora Unione Sovietica e a 17 anni dall’adesione all’UE, gli stati baltici Lituania, Lettonia ed Estonia dipendono ancora dalla Russia per la stabilità dell’approvvigionamento energetico.

Lituania-Russia: tensione dopo il blocco del traffico merci verso Kaliningrad. L'UE: Vilnius sta solo applicando le sanzioni

La Lituania ha parzialmente chiuso il transito ferroviario alle merci russe da e verso l’exclave di Kaliningrad: una decisione che ha scatenato la reazione di Mosca, che ha promesso di reagire e ha acceso i timori per il cosiddetto ‘corridoio …

Tuttavia, l’anno scorso la Lituania ha installato apparecchiature sul suo collegamento elettrico con la Polonia per connettersi rapidamente alla rete dell’Europa continentale come polizza assicurativa nel caso in cui la Russia interrompesse il flusso di elettricità, causando potenzialmente dei blackout.

Un progetto da 1,6 miliardi di euro finanziato dall’UE mira a disconnettere gli Stati baltici dalla loro rete elettrica comune con Russia e Bielorussia nel 2025, a favore del sistema elettrico decentralizzato dell’Europa continentale.

Elettricità, stop alla dipendenza dalla Russia e allaccio alla rete Ue per i paesi baltici

Grande passo in avanti verso l’indipendenza energetica da Mosca per i tre stati che si affacciano sul Baltico, grazie ai finanziamenti dell’Unione europea: presentato l’enorme trasformatore che veicolerà l’energia.

I tre paesi dell’UE che si affacciano sul mar Baltico, Estonia, Lettonia …

Minaccia russa

Martedì 21 giugno, Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio di sicurezza russo, ha promesso una rappresaglia che “avrà un grave impatto negativo sulla popolazione della Lituania”, mentre il principale inviato dell’UE a Mosca ha esortato la Russia ad astenersi da “un’ulteriore escalation e dall’aumento della retorica”.

Nauseda ha detto: “Non credo che la Russia ci sfiderà in senso militare, perché siamo un membro della NATO”.

Ha detto che solleverà la questione in un vertice della NATO previsto la prossima settimana, quando l’alleanza valuterà se aumentare i livelli di truppe negli stati membri più vicini alla Russia, come i Paesi baltici.

“Non sarebbe un errore per noi usare questo esempio per illustrare cosa sia veramente la Russia e quali metodi e minacce usa per risolvere i suoi problemi”, ha affermato Nauseda. “Potrebbe calmare coloro che dicono che dobbiamo aiutare la Russia a salvare la faccia, mentre ci minaccia in modo arrogante”.

Nauseda ha anche affermato che la Lituania ha sentito la solidarietà di altri paesi dell’UE, e che amplierà l’elenco dei beni a cui impedisce di raggiungere Kaliningrad man mano che verranno raggiunti i periodi transitori per le sanzioni dell’UE.

“Sentiamo il sostegno dell’Unione europea, perché questa è una decisione presa dall’Unione europea”, ha affermato.

“Non vediamo l’ora di attuare le prossime fasi delle sanzioni e sarebbe molto positivo se la Commissione europea ne spiegasse il contenuto alle autorità russe. Potrebbe rimuovere alcune delle attuali tensioni, che non sono nell’interesse né dell’Unione Europea né della Russia”.