Guerra in Ucraina: Francia e India chiedono la fine immediata del conflitto

Il presidente francese Emmanuel Macron (a sinistra) e il primo ministro indiano Narendra Modi (a destra) durante il loro incontro all'Eliseo, Parigi. [EPA-EFE/Francois Mori / POOL]

Francia e India hanno chiesto la conclusione immediata delle ostilità in Ucraina durante un incontro tra il presidente Macron  e il primo ministro Modi, che comunque non ha condannato l’invasione russa.

Il primo ministro indiano Narendra Modi sta completando in questa settimana un viaggio diplomatico in Europa, nel quale ha incontrato il cancelliere tedesco Scholz, i premier dei Paesi nordici durante in forum Alleanza nordica-India e poi il presidente francese Emmanuel Macron.

Durante l’incontro con Macron, consistito in una serie di colloqui e una cena di lavoro, i due hanno emesso una dichiarazione congiunta in cui esprimevano “grande preoccupazione per la crisi umanitaria e il conflitto in corso in Ucraina”.

“Entrambi i Paesi condannano il fatto che i civili siano stati uccisi in Ucraina e chiedono un’immediata cessazione delle ostilità per consentire alle due parti di incontrarsi e promuovere il dialogo e la diplomazia, per mettere subito fine alla sofferenza delle persone”, hanno dichiarato.

Tuttavia, solo la Francia ha condannato “l’aggressione illegale e ingiustificata delle forze russe contro l’Ucraina”. Permane così la posizione di neutralità dell’India nei confronti della Russia, già evidenziata con i voti alle Nazioni Unite.

G7: la Germania inviterà India, Indonesia, Senegal e Sud Africa al prossimo incontro

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha incontrato lunedì 2 maggio il primo ministro indiano Narendra Modi a Berlino. Tra i temi di discussione la cooperazione bilaterale e la posizione di Nuova Delhi sul conflitto in Ucraina. La Germania inviterà inoltre …

Nuova Delhi da tempo viaggia su un filo sottile a cavallo tra Occidente e Mosca, dato che importa gran parte del suo equipaggiamento militare dalla Russia.

Francia e India hanno dichiarato di voler “rispondere in maniera coordinata e multilaterale” al rischio che il conflitto intensifichi una crisi alimentare globale, dato che l’Ucraina è uno dei maggiori produttori globali di grano.

La Francia intende anche “aiutare l’India a diversificare la sua fornitura” rispetto alle armi e all’energia russe, offrendo loro soluzioni alternative.

Unione europea e India hanno avviato una partnership su commercio e tecnologia

L’Unione europea e l’India hanno lanciato una nuova alleanza su commercio, tecnologia e sicurezza. Lo hanno annunciato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, e il premier indiano, Narendra Modi, durante un incontro a Nuova Delhi per rafforzare …

Rapporto di fiducia

Secondo le fonti dell’Eliseo, il rapporto tra Macron e Modi sarebbe ottimo, con il premier indiano che ha già visitato la Francia tre volte dal 2017, mentre il presidente francese è stato in India nel 2018. Modi ha invitato Macron a recarvisi di nuovo per rafforzare la cooperazione su tecnologie difensive e transizione verso l’energia verde.

Secondo i funzionari francesi, il rapporto con l’India sarebbe “di fiducia” e la dichiarazione congiunta conferma il desiderio dei due Paesi di rafforzare “la partnership strategica indo-francese, soprattutto nell’Indopacifico”.

Assicurarsi un ruolo nella regione è particolarmente importante per Parigi, dopo che l’alleanza Aukus tra Regno Unito, Australia e Stati Uniti si è rafforzata lo scorso anno, causando la perdita per la Francia di un costoso contratto di fornitura di sottomarini nucleari di nuova generazione a Canberra.

L’India ha acquistato decine di caccia a reazione Rafale francesi e sei sottomarini e collabora con Parigi a progetti sul nucleare civile. La compagnia energetica statale Edf intende costruire sei reattori Epr di nuova generazione a Jaitapur, sulla costa occidentale indiana. L’Eliseo ha dichiarato di lavorare duramente per arrivare alla firma di questo contratto.

Guerra in Ucraina: la Cina tenta di riallacciare i rapporti con l'India, ma Delhi frena

Nei rapporti tra le due nazioni non c’è stata nessuna svolta. Ma su un punto le due nazioni rivali concordano: serve un cessate il fuoco in Ucraina.

L’invasione russa dell’Ucraina sta alimentando un grande fermento internazionale e la Cina, tenuta a …

Sicurezza nello spazio

Un altro argomento di discussione nell’incontro tra Macron e Modi è stata la cooperazione per la sicurezza nello spazio. I due Paesi hanno concordato l’avvio di un dialogo strategico bilaterale per affrontare le sfide contemporanee, in particolare garantire un accesso sicuro allo spazio.

Questo dialogo “riunirà esperti delle agenzie spaziali e di difesa, amministrazione ed ecosistemi speciali per discutere delle sfide economiche e di sicurezza nello spazio esterno, le norme e i principi a esso applicabili e rivelerà nuove aree di cooperazione. Le due parti hanno concordato di tenere il primo dialogo entro la fine di quest’anno”.

La collaborazione tra Francia e India sarà rafforzata anche nell’ambito della cybersicurezza: hanno concordato di “unire le forze nella promozione di norme e principi per affrontare le minacce digitali, con l’idea di promuovere un cyberspazio sicuro e aperto”.

Si è discusso anche della pace in Afghanistan. “India e Francia hanno espresso preoccupazioni serie per la situazione umanitaria e le violazioni dei diritti umani e sostengono un Afghanistan sicuro, pacifico e stabile, sottolineando il rispetto per la sua sovranità, unità e integrità territoriale e la non interferenza nei suoi affari interni”, si legge nella dichiarazione congiunta.