Dirottamento aereo Ryanair: a Sochi l’incontro tra Putin e Lukashenko

I presidenti russo Putin (dx) e bielorusso Lukashenko a Minsk, in una foto del febbraio 2016. [EPA/TATYANA ZENKOVICH]

I presidenti russo e bielorusso si parleranno a margine del vertice Csi, dopo che l’agenzia dell’aviazione civile Onu ha annunciato indagini sull’atterraggio forzato del volo Ryanair in Bielorussia.

Nella giornata di oggi venerdì 28 maggio a Sochi, dove sono riuniti i capi di governo delle nazioni aderenti alla Comunità degli Stati indipendenti (Csi), si incontreranno il presidente russo Vladimir Putin e l’omologo bielorusso, il dittatore Alexander Lukashenko.

L’appuntamento tra il Cremlino e il leader bielorusso, che gode di un forte sostegno da Mosca, arriva dopo che le compagnie aeree hanno rivelato che la Russia ha bloccato alcuni voli europei. Nei giorni scorsi il consiglio dell’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile (Icao), ha annunciato che indagherà sul dirottamento del volo Ryanair per effettuare l’arresto del giornalista e attivista anti-regime, Roman Protasevich. Il dissidente ventiseienne era a bordo del volo con la sua compagna Sofia Sapega, di ventitré anni, quando sono stati costretti ad atterrare nello scalo della capitale bielorussa Minsk.

Richiesta di rilascio dal G7 e potenziali sanzioni Ue

I ministri degli Esteri G7, in una dichiarazione congiunta, giovedì 27 maggio hanno chiesto il “rilascio immediato e incondizionato” di Protasevich, “così come di tutti gli altri giornalisti e prigionieri politici detenuti in Bielorussia”.

Bielorussia, nuove sanzioni sul tavolo dell'Ue dopo il dirottamento del volo Ryanair

Domenica 23 maggio un Boeing 737 della compagnia low cost irlandese Ryanair, in volo da Atene a Vilnius, è stato costretto ad atterrare all’aeroporto di Minsk dalle autorità bielorusse per consentire l’arresto di un dissidente del regime di Lukashenko.

Mentre il …

L’alto rappresentante Ue Josep Borrell ha spiegato che l’Ue sta valutando una serie di sanzioni che mirano a colpire settori chiave dell’economia bielorussa, come quello dei fertilizzanti potassici o la distribuzione del gas che arriva dalla Russia.

Al capo della diplomazia europea ha fatto eco il ministro degli Esteri tedesco Heiko Mass, che ha anche evocato la possibilità che l’Unione limiti la capacità del governo bielorusso di emettere obbligazioni in Europa.

L’Ue sta anche esaminando “sanzioni mirate” contro le autorità bielorusse, da aggiungere alle 88 figure del regime e alle sette aziende già su una lista nera per la brutale repressione dell’opposizione dopo le contestate elezioni presidenziali dell’anno scorso.

Giovedì, in un briefing dalla capitale lituana Vilnius, la leader dell’opposizione bielorussa in esilio Svetlana Tikhanovskaya, fuggita dopo le elezioni dello scorso anno, ha chiesto all’Ue il “boicottaggio economico del regime”.

Christophe Deloire, segretario generale e direttore esecutivo di Reporter senza frontiere, anche lui presente in Lituania, ha presentato una denuncia contro Lukashenko ai procuratori che indagano sull’incidente di domenica.

Volo dirottato in Bielorussia: chi è Roman Protasevich e perché è stato rapito dal regime

Chi è Roman Protasevich, il giovane giornalista per il cui rapimento/arresto è stato dirottato un volo civile in Europa.

Il volo Ryanair diretto da Atene a Vilnius domenica 23 maggio è stato dirottato e costretto ad atterrare all’aeroporto di Minsk dalle …

‘L’ultimo dittatore d’Europa’ gode ancora di un solido sostegno da parte di Putin. Prima del loro incontro alla residenza estiva del leader russo a Sochi, il sito web del Cremlino ha descritto “l’integrazione” tra le due nazioni come “un progetto a lungo termine caro a Mosca”.

Taglio dei collegamenti aerei e indagine Icao

L’Icao, di cui la Bielorussia è membro, intende indagare sul dirottamento ma non ha il potere di ordinare sanzioni. E anche le Nazioni Unite non faranno più di tanto, se si tiene conto del fatto che Russia, membro permanente del Consiglio di sicurezza dell’Onu, sostiene il governo di Minsk.

Dopo l’arresto del giornalista dissidente, Bruxelles ha esortato le compagnie aeree europee a evitare lo spazio aereo bielorusso. Per tutta risposta le autorità russe si sono rifiutate di autorizzare i voli dall’Ue che evitano il territorio della Bielorussia. Mosca sostiene che questa decisione sia dovuta a “questioni tecniche” di coordinamento dei punti d’ingresso nello spazio aereo russo.

Giovedì, la Austrian Airlines ha annunciato di aver cancellato un volo Vienna-Mosca, dopo che le autorità russe non hanno approvato un cambio di rotta e il giorno prima anche un volo Air France da Parigi a Mosca era stato cancellato per lo stesso motivo.