Difesa europea, Macron: “Ue ha bisogno di sovranità, anche con il nuovo governo Usa”

Il presidente Macron mentre arriva ad un Consiglio Ue. [EPA/JULIEN WARNAND / POOL]

In una lunga intervista il presidente francese ha tracciato la strada da percorrere sulla sovranità europea riguardo alle politiche di difesa, in una fase di grandi stravolgimenti geopolitici che stanno marginalizzando l’Europa.

L’Europa ha ancora bisogno di una propria strategia di Difesa indipendente e sovrana, anche se ha a che fare con un nuovo governo americano che potrebbe portare a legami più amichevoli. Sono le parole del presidente francese Emmanuel Macron in una lunga intervista rilasciata alla rivista francese “Revue Grand Continent”, lunedì 16 novembre.

Del resto il leader europeo ha sempre avuto le idee chiare sulla Difesa dell’Unione, andando in controtendenza con la storia francese, caratterizzata da forte ritrosia sul comparto difensivo a livello comunitario. Non solo una necessità dettata da grandi sconvolgimenti geopolitici in atto, ma un processo da sviluppare su solide basi ideologiche, ha ricordato il capo di Stato d’oltralpe.

“Oggi le ideologie divergono – ha affermato Macron -. Tre anni fa, quando parlavo di sovranità europea o di autonomia strategica, sono stato preso per un pazzo, e queste idee erano riferite ai capricci francesi. Siamo riusciti a far muovere le cose. In Europa queste idee si sono imposte”.

“L’Europa della difesa, che si credeva fosse impensabile, l’abbiamo realizzata”, ha detto l’inquilino dell’Eliseo, che ha proseguito: “Stiamo facendo progressi nel campo dell’autonomia tecnologica e strategica, mentre la gente è rimasta sorpresa quando ho iniziato a parlare di sovranità sul 5G. Quindi, prima di tutto, c’è un lavoro ideologico da fare, ed è urgente”.

“Si tratta di pensare in termini di sovranità europea e di autonomia strategica, in modo da poter portare il proprio peso e non diventare il vassallo di questo o quel potere e non avere più voce in capitolo”, ha esortato Macron.

Parole d'Europa: Fondo europeo per la difesa

Per le “Parole d’Europa” oggi si parla del Fondo europeo per la difesa. È uno strumento nuovo che contribuisce a finanziare la ricerca e gli investimenti nella difesa europea. Favorisce anche la realizzazione della Pesco.

Nell’intervista ha poi respinto i commenti del ministro della Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer, apparse su Politico il 2 novembre, in cui si dice che l’Europa dovrà rimanere dipendente dalla protezione militare statunitense per il prossimo futuro.

“Sono in completo disaccordo con l’articolo di opinione pubblicato su Politico dal ministro della difesa tedesco”, ha detto Macron, aggiungendo di ritenere che il cancelliere tedesco Angela Merkel non condivida la sua posizione su questo tema.

“Penso che, al contrario – ha precisato -, il cambiamento di amministrazione americana sia un’opportunità per continuare in modo totalmente pacifico e sereno quello che gli alleati devono capire: dobbiamo continuare a costruire la nostra autonomia per noi stessi, come gli Stati Uniti fanno per loro, e come la Cina fa per se'”.

“Gli Stati Uniti ci rispetteranno come alleati solo se prenderemo sul serio la nostra posizione e se avremo la nostra sovranità sulla nostra difesa”, ha aggiunto.

Macron, nel colloquio telefonico con il Presidente eletto Usa Joe Biden tenutosi il 10 novembre scorso, ha detto di essere pronto a lavorare con lui su questioni come il clima, la salute e la lotta al terrorismo.

Dell’attualità tra Ue e Stati uniti d’America ne parleremo su Euractiv Italia, con il webinar “I rapporti transatlantici dopo le elezioni americane”, lunedì 16 novembre, mentre venerdì scorso, sempre in un webinar, si è parlato proprio di difesa europea con esperti e protagonisti del settore.

Verso una difesa europea?

Webinar organizzato da EURACTIV Italia, dal CesUE e dal Centro toscano del Movimento Federalista Europeo.

Saluto di Carlo CORAZZA – Direttore dell’Ufficio per l’Italia del Parlamento Europeo.

Intervengono:
Nicoletta PIROZZI – Istituto Affari Internazionali
Fabio Massimo CASTALDO – Vice-presidente del Parlamento europeo
Sandro GOZI – …