Difesa, Di Maio: l’accordo Usa-UK-Australia rende necessaria un’alleanza europea

Il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio [EPA-EFE/ETTORE FERRARI]

L’accordo sulla difesa tra Stati Uniti, Australia e Regno Unito rilancia con urgenza la necessità di “una Difesa europea che preveda anche un coordinamento dell’industria continentale”, ha detto il ministro italiano degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’intervista pubblicata venerdì 17 settembre.

Rispondendo al quotidiano la Repubblica, Di Maio ha spiegato che “nessuno di noi [europei] di fronte a Stati Uniti o Cina può pensare di competere come singolo Paese”, e perciò occorre “una vera Difesa Ue sostenuta da decisioni in politica estera che sfuggano al diritto di veto dei singoli governi”.

Patto anti-Cina: Ue esclusa dall'alleanza Usa-Australia-Regno Unito. Francia: "Una pugnalata alla schiena"

La decisione di Australia, Regno Unito e Stati Uniti di stringere un patto sulla difesa allo scopo di contrastare la Cina ha suscitato l’indignazione di Bruxelles, rimasta esclusa, e della Francia, che vede andare in fumo un contratto miliardario per …

Si tratta, ha aggiunto il ministro, “di una svolta storica e urgente che credo debba arrivare anche sulla Sanità”.

Di Maio ha detto inoltre che il vertice straordinario sull’Afghanistan dei paesi del G20 – su cui l’Italia ha molto insisti nelle ultime settimane, facendo pressioni diplomatiche in particolare su Stati Uniti, Russia e Cina – “si farà dopo l’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York”.

“A margine dell’Assemblea Onu, tra l’altro, ci sarà un incontro del G20 a livello ministri degli Esteri proprio per preparare il Vertice straordinario”, a cui parteciperanno anche “le agenzie Onu e le organizzazioni umanitarie coinvolte in Afghanistan”.