Le ambizioni della presidenza portoghese dell’UE

Il semestre di presidenza del Consiglio dell’Unine Europea del Portogallo del premier António Costa, succeduto a quello tedesco presieduto da Angela Merkel, si prospetta allo stesso tempo difficile e ambizioso. Difficile perché dopo i grandi successi dal semestre precedente sarà difficile evitare paragoni, ambizioso perché il governo portoghese si è impegnato a perseguire quegli obiettivi che il semestre tedesco non è riuscito a raggiungere, tra i quali l’avvio della Conferenza sul Futuro dell’Europa ed il rafforzamento del pilastro sociale dell’UE.

Commissione Europea

Con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea