La sicurezza europea tra realtà e demagogia

In politica indicare un fine ignorando gli strumenti necessari per raggiungerlo significa fare demagogia o, peggio ancora, essere ipocriti. È questo forse il caso di Charles Michel, attuale Presidente del Consiglio Europeo, che da un lato afferma la necessità di una politica di difesa e di sicurezza europea in particolare dopo la tragedia afghana ma dall’altro difende il principio dell’unanimità in seno al Consiglio sulle decisioni in materia di difesa. Purtroppo l’esperienza insegna che una effettiva politica di difesa europea è incompatibile con il sistema di voto all’unanimità per mille ragioni diverse, alcune talvolta neanche lontanamente connesse alla specifica questione messa ai voti.

Commissione Europea

Con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea