I diritti negati dei profughi

La situazione dei migranti al confine tra Polonia e Bielorussia continua a peggiorare con scontri tra i profughi e le forze di sicurezza schierate al confine. L’Unione europea si è attivata con gli strumenti che ha a disposizione ma il problema di fondo è proprio la mancanza di strumenti efficaci per affrontare e risolvere o meglio ancora per prevenire crisi di questa natura.

Supporter

Co-finanziato dall'Unione europea

Le opinioni espresse nella presente pubblicazione sono quelle dell'autore che ne assume la responsabilità esclusiva. Il Parlamento Europeo non è responsabile dell'eventuale uso delle informazioni in essa contenute.