Conferenza sul futuro dell’Europa, il Gruppo Spinelli: “Costruire un’Europa federale o il progetto europeo fallirà”

L'eurodeputato Brando Benifei, presidente del Gruppo Spinelli. [Pagina Facebook]

In occasione della Plenaria il presidente Benifei lancia un messaggio a tutte le forze politiche che vogliono condividere il comune obbiettivo di una federazione europea.

Sabato 19 giugno inizia la riunione plenaria inaugurale della Conferenza sul futuro dell’Europa, preziosa opportunità per una discussione interistituzionale, con il coinvolgimento dei cittadini, su priorità e sfide per l’Ue nei prossimi decenni, in un momento cruciale per l’Europa e per il mondo intero. Nell’occasione, il presidente del Gruppo Spinelli, l’europarlamentare Brando Benifei, ha lanciato un messaggio esortativo a tutti gli schieramenti che condividono il comune obiettivo di rilancio del progetto europeo.

“Ci avviciniamo a questo importante processo di dialogo con i cittadini – ha detto il deputato europeo, dopo la prima riunione del caucus del Gruppo a Strasburgo –, le parti sociali e le altre istituzioni europee e nazionali con spirito aperto, ma allo stesso tempo mettendo sul tavolo proposte forti che abbiamo raccolto nel nuovo Manifesto del Gruppo Spinelli, che abbiamo presentato nella riunione del caucus di oggi e che ci accompagnerà nei prossimi mesi di discussione”.

“Porteremo subito avanti la nostra idea di riforma dell’Unione europea nella direzione di una sempre maggiore integrazione – ha proseguito –. Dobbiamo costruire un’Europa federale, altrimenti il progetto europeo è destinato a fallire”.

Il Gruppo Spinelli punta a formare “una maggioranza trasversale, europeista e federalista nella Plenaria della Conferenza, aperta a tutte le forze politiche che condividono il nostro comune obiettivo di un rilancio del progetto europeo”. E poi l’affondo contro uno dei grandi limiti dell’Unione: il diritto di veto. ”Dobbiamo porvi fine”, ha affermato il presidente del Gruppo, in quanto esso “impedisce all’Ue di prendere le decisioni necessarie”.

“Dobbiamo rafforzare i poteri della Commissione e del Parlamento europeo, dobbiamo costruire una vera unione fiscale: 80 anni dopo il Manifesto di Ventotene, è il momento di essere coraggiosi”, ha concluso Benifei.

Commissione Europea

Con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea