Conferenza sul futuro dell’Europa: come funziona la piattaforma per i cittadini

A partire dal 19 aprile i cittadini di tutta Europa possono esprimere le loro opinioni su qualsiasi argomento che considerano importante per il futuro dell’Ue. E lo potranno fare attraverso una nuova piattaforma digitale multilingue.

La piattaforma sarà l’hub centrale della Conferenza, uno spazio dove raggruppare e condividere contributi, eventi locali, incontri e le plenarie. Un sistema sviluppato per la gestione dei feedback raccoglierà e analizzerà i punti principali sollevati, in modo che possano essere presi in considerazione anche durante gli incontri dei cittadini e le plenarie della conferenza.

“Stiamo invitando gli europei a parlare e dirci in che Europa vogliono vivere”, ha dichiarato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “Con questa piattaforma dei cittadini, stiamo offrendo alle persone l’opportunità di contribuire a plasmare il futuro dell’Europa e interagire con altre persone da tutta Europa – ha aggiunto -. Questa è una grande opportunità per riunire virtualmente gli europei. Insieme possiamo costruire il futuro che vogliamo per la nostra Unione “

La piattaforma fornirà anche informazioni sulla struttura e il lavoro della Conferenza, così come delle risorse per gli organizzatori di eventi come un catalogo degli eventi principali dove promuovere le loro iniziative a livello locale, regionale, nazionale ed europeo. I cittadini potranno facilmente cercare gli eventi a cui desiderano partecipare grazie a una mappa.

Cosa sarà e come funzionerà la Conferenza sul Futuro dell'Europa

Una bozza di dichiarazione congiunta che fissa i contorni operativi della Conferenza sul futuro dell’Europa dovrebbe essere approvata nel corso della settimana. Potrebbe essere l’inizio della tanto a lungo rinviata Conferenza. Dalla durata, al mandato politico, dai metodi per coinvolgere …

“Abbiamo bisogno di rendere questa discussione il più vivace possibile, e in tempi di Covid ciò significa sperimentare il più possibile nelle piattaforme digitali. Con questa piattaforma offriamo gli strumenti per dare a tutti la possibilità di impegnarsi attivamente in questo dibattito e faremo in modo che queste idee alimentino l’analisi e le conclusioni della Conferenza. È il loro futuro, quindi è la loro Conferenza”, ha detto Guy Verhofstadt (Renew Europe),  co-presidenti del comitato esecutivo per il Parlamento europeo.

“La piattaforma digitale porterà gli europei nello spazio pubblico. Permetterà loro di esprimere le loro preoccupazioni, di condividere i loro sogni e le loro aspettative e di impegnarsi con i loro rappresentanti. L’Unione ha bisogno del potere dei suoi cittadini per essere più forte”, ha sottolineato Ana Paula Zacarias, Segretaria di Stato portoghese per gli Affari Ue, e co-presidente della Conferenza.

La terza co-presidente, Dubravka Šuica, vicepresidente della Commissione per la democrazia e la demografia ha aggiunto: “Il lancio della piattaforma digitale tra dieci giorni fornirà uno spazio unico ai nostri cittadini per partecipare a conversazioni e dibattiti in tutta Europa. Permetterà alle persone di condividere le loro idee, preoccupazioni, speranze e sogni – in tutte le lingue ufficiali dell’Ue. Lo slancio sta crescendo e non vedo l’ora di vedere il risultato”.

La cerimonia d’inaugurazione della Conferenza si terrà il 9 maggio nel corso della Giornata dell’Europa. Il comitato ha già adottato il proprio metodo di lavoro e ha tenuto una prima discussione sulle regole per la composizione e il lavoro delle sessioni plenarie della Conferenza.

Commissione Europea

Con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea