Conferenza sul futuro dell’Europa, al via i primi panel dei cittadini

L'evento inaugurale della Conferenza sul futuro dell'Europa. [European Parliament]

Venerdì 17 settembre prenderà il via il primo dei quattro panel che vedranno cittadini europei provenienti da tutti gli Stati membri, selezionati in modo da rappresentare ogni aspetto della società, dibattere e proporre soluzioni nell’ambito della Conferenza sul futuro dell’Europa.

Martedì 14 settembre Guy Verhofstadt, capo della delegazione del Parlamento europeo per la Conferenza, ha presentato gli European Citizens’ Panel che prenderanno il via venerdì, spiegando la funzione degli incontri e il contributo reale che potranno dare.

Ognuno dei quattro panel previsti sarà incentrato su un tema specifico, su cui dibatteranno i 200 cittadini europei presenti. Il primo prenderà dal 17 al 19 settembre con un incontro in presenza a Strasburgo e si concentrerà su economia, giustizia sociale, lavoro ed educazione, gioventù, cultura e trasformazione digitale.

Seguiranno poi il panel sulla democrazia europea, i valori e lo stato di diritto (24-26 settembre), quello su cambiamenti climatici, ambiente e salute (1-3 ottobre) e quello sul ruolo dell’Ue nel mondo  e l’immigrazione (15-17 ottobre).

Dopo i primi incontri in presenza, ciascun panel proseguirà con una seconda sessione nel mese di novembre in remoto, mentre la terza e ultima sessione si terrà tra dicembre e gennaio in quattro località scelte appositamente per ciascuno: sono rispettivamente Dublino, Firenze, Varsavia e Maastricht.

In tutto sono perciò 800 i cittadini europei che parteciperanno, selezionati per coprire ogni genere, fascia d’età, livello di istruzione, estrazione sociale e occupazione. Ognuno dei 27 Stati membri ha i suoi rappresentanti, distribuiti secondo la popolazione.

Ciascun panel eleggerà 20 rappresentanti, che parteciperanno alle plenarie della Conferenza per presentare e discutere le raccomandazioni che proporranno. La prima di queste si svolgerà a fine ottobre, mentre in quelle di fine dicembre e fine gennaio verranno discusse le raccomandazioni. Infine, nella plenaria di febbraio saranno presentate le proposte concrete.

Come ha spiegato Verhofstadt nella conferenza di presentazione, la piattaforma sulla Conferenza sul futuro dell’Europa destinata ai cittadini e inaugurata ad aprile ha ricevuto finora 3 milioni di visitatori, con circa 26 mila account registrati, oltre 2 mila eventi organizzati con 104 mila partecipanti.

Commissione Europea

Con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea