Von der Leyen: “Economia verde per uscire dalla crisi”

"Il Green Deal Europeo deve essere la nostra bussola" ha dichiarato il Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. [European Commission audiovisual service]

Ursula von der Leyen identifica il Green Deal europeo come la strada per uscire dalla crisi del covid mettendolo al centro del piano di ripresa UE

In un messaggio diffuso martedì 28 aprile sui social media la presidente della Commissione ha detto che “il coronavirus ci colpisce tutti, stiamo cambiando il nostro modo di vivere per proteggere la nostra salute e quella degli altri e ci possono mancare molte delle cose che ci stanno a cuore, ma non ci mancano l’inquinamento atmosferico e il rumore del traffico. Quando apriamo le finestre possiamo respirare aria più pulita, la natura si sta rigenerando, ma – ammonisce – non dobbiamo illuderci. Stiamo migliorando nella lotta al coronavirus, ma la lotta ai cambiamenti climatici continua”.

Von der Leyen mette poi in guardia sul fatto che “mentre programmiamo un graduale ritorno al lavoro e ad investimenti di miliardi di euro per far ripartire l’economia, dobbiamo evitare di ricadere in vecchie abitudini inquinanti e sfruttare la ripresa dalla pandemia per migliorare”.

La Presidente della Commissione mette in fila le priorità di investimento: energie rinnovabili, produzione di acciaio dolce, auto alimentate ad energia pulita, ristrutturazioni per rendere efficienti energeticamente gli edifici, acquisto di alimenti sostenibili e un massiccio riutilizzo di materiali. Solo così, dice, “possiamo tirarci fuori dalla crisi del coronavirus” (e dalla crisi climatica già esistente).

“Il Green Deal europeo – conclude la von der Leyen – è un progetto per trasformare l’economia al fine di renderla più competitiva, per migliorare la nostra qualità della vita e adesso diventerà anche il motore della ripresa: con il Green Deal europeo come bussola, possiamo trasformare la crisi causata dalla pandemia in un’opportunità per ricostruire le nostre economie in modo diverso e renderle più resilienti, in modo da lasciare ai nostri figli un posto migliore. Con un’economia verde, usciremo dalla crisi più forti e più sani”.

Una sfida che l’Europa deve saper intraprendere non solo per salvarsi e dimostrare a se stessa quanto possa governare i cambiamenti più virtuosi, ma anche per essere leader della svolta “verde” di cui tutto il mondo ha bisogno.