Prosegue il braccio di ferro tra Polonia e UE sul primato dello Stato di Diritto

Il tribunale costituzionale polacco, un tribunale ritenuto illegittimo sia dall’UE che dai paesi membri, ha posticipato l’emanazione della sentenza relativa al giudizio di incompatibilità tra i Trattati europei e la Costituzione polacca frutto di un tentativo unilaterale del governo polacco guidato da Mateusz Morawiecki di dichiarare incostituzionali i Trattati europei e minare il primato dell’ordinamento giuridico europeo rispetto a quello nazionale. Di fronte a questa minaccia la Commissione Europea ha disposto il congelamento dei fondi del Next Generation EU secondo quanto stabilito dal nuovo meccanismo che lega l’erogazione dei fondi europei al rispetto dei principi fondanti dell’Unione Europea.

Commissione Europea

Con il sostegno del Parlamento Europeo