Le contraddizioni della Lega all’avvio del Governo Draghi

La posizione della Lega in questo frangente politico sembrerebbe ridicola se non fosse così seria. Da un lato sostiene il neoinsediato Governo Draghi, votando la fiducia al Parlamento Italiano e replicando al Parlamento europeo con analogo voto positivo sul regolamento del Recovery Plan, dall’altro, con Borghi alla Camera, minaccia Draghi e il suo esecutivo di vigilare con particolare attenzione contro eventuali tradimenti al tricolore italiano in nome dell’Unione Europea.  Come se il destino dell’Italia e le nostre possibilità di ripresa, non solo economica, fossero disgiunti dalla sorte dell’intera Unione Europea.

Commissione Europea

Con il sostegno del Parlamento Europeo