La BCE rassicura i mercati, sostegno alle economie più fragili anche dopo lo stop al Quantitative Easing

I nazionalisti di casa nostra hanno preso un’ennesima cantonata nei confronti dell’operato della BCE. Il Consiglio Direttivo, riunitosi in sessione straordinaria, ha rilasciato una dichiarazione sulla strategia futura della BCE in risposta alle fibrillazioni seguite all’annuncio dello stop al Quantitative Easing, In sostanza sono già al lavoro su un nuovo strumento per contenere le oscillazioni dello spread e hanno stabilito di usare la massima flessibilità nel reinvestire i fondi incassati alla scadenza dei titoli di stato acquistati in questi anni, stendendo una sorta di rete di protezione sui paesi più sensibili alle manovre speculative dei mercati finanziari ovvero i paesi maggiormente indebitati, tra cui l’Italia.