Il futuro del Patto di Stabilità e le misure strutturali per un Debito comune europeo

In Italia e in Europa da tempo si sta discutendo di come rendere strutturali e quindi permanenti gli strumenti finanziari varati dal NGEU e di come riformare il Patto di Stabilità e Crescita per adeguarlo alle mutate condizioni economico-sociali e al nuovo corso che si è data l’UE. Compito quanto mai arduo perché rendere strutturali gli strumenti del NGEU significa creare un Tesoro europeo, un sistema che permetta di creare un Debito pubblico europeo e ne garantisca la sostenibilità ma allo stesso tempo implica un controllo sui modi di spesa tra bilancio corrente che resterebbe a carico dei singoli stati e investimenti che verrebbero messi a carico dell’UE. Una soluzione questa che converrebbe molto all’Italia la cui classe politica da oltre 20 anni è stata incapace di investire per la crescita globale del paese preferendo incrementare il deficit per coprire la spesa corrente nell’interesse della propria parte elettorale.

Commissione Europea

Con il sostegno del Parlamento Europeo