Sport e coronavirus, Ue: “Sostenere la ripartenza in sicurezza”

Il tennista spagnolo Roberto Bautista (L) indossa una mascherina mentre si fa misurare la temperatura all'ingresso del campo da tennis a Valencia, Spagna, il 7 giugno 2020. EPA-EFE/MANUEL LORENZO

Sostenere la ripresa del settore sportivo e affrontare la pandemia Covid-19: Il Consiglio Ue adotta le conclusioni per promuovere il sostegno attraverso programmi, fondi e iniziative dell’Unione.

Una raccomandazione agli Stati membri, alla Commissione e al movimento sportivo su come affrontare la pandemia Covid-19 nella fase di recupero, sono le conclusioni adottate dal Consiglio dell’Unione europea.

Nel testo si invitano gli Stati membri a promuovere le possibilità di sostegno attraverso programmi, fondi e iniziative dell’Ue, quali: il programma Erasmus+, il Corpo di solidarietà europeo, l’Iniziativa di investimento di risposta al coronavirus (Crii) e l’Iniziativa di investimento di risposta al coronavirus plus (Crii+).

La Commissione è invitata a informare regolarmente sulle possibilità di accordi flessibili, per ciò che riguarda l’attuazione della sezione sport di Erasmus+, e a riflettere su meccanismi di maggiore flessibilità nei futuri programmi di finanziamento del settore.

Le conclusioni invitano inoltre il movimento sportivo a seguire le linee guida degli organismi internazionali competenti e delle autorità sanitarie nazionali, per quanto riguarda la prevenzione e la diffusione del virus Covid-19, e ad esplorare possibili soluzioni per l’aggiornamento dei calendari sportivi nazionali, tenendo conto dei calendari europei e internazionali.