La BCE avvia un piano per ridisegnare le banconote in euro entro il 2024

"Le banconote in euro sono qui per restare. Sono un simbolo tangibile e visibile che siamo uniti in Europa", ha detto la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde. [EPA-EFE/ARMANDO BABANI]

La Banca centrale europea (BCE) ha annunciato lunedì 6 dicembre l’intenzione di ridisegnare tutte le banconote in euro, coinvolgendo tutti i cittadini dell’UE in un processo decisionale che dovrebbe concludersi nel 2024.

“Le banconote in euro sono qui per restare”, ha detto la presidente della BCE, Christine Lagarde: “Sono un simbolo tangibile e visibile che siamo uniti in Europa, in particolare in tempi di crisi, e c’è ancora una forte domanda. Dopo 20 anni, è tempo di rivedere l’aspetto delle nostre banconote per renderle più facilmente riconoscibili per gli europei di ogni età e provenienza”.

Il membro italiano del comitato esecutivo della BCE, Fabio Panetta, ha aggiunto che “vogliamo sviluppare banconote in euro con cui i cittadini europei possano identificarsi e che saranno orgogliosi di utilizzare come loro denaro. Il processo di riprogettazione delle banconote in euro si svolgerà parallelamente alla nostra indagine sull’euro digitale. Entrambi i progetti mirano a soddisfare il nostro mandato di fornire denaro sicuro e protetto agli europei”.

Nel suo comunicato stampa, la Banca ha spiegato infatti che l’ultimo studio sulle attitudini di pagamento dei consumatori nell’area dell’euro (SPACE) ha mostrato che nel 2019 il contante è rimasto il mezzo di pagamento più diffuso per i pagamenti al dettaglio, e che nonostante l’aumento dei pagamenti cashless durante la pandemia, la domanda di contanti è cresciuta a causa del loro ruolo come riserva di valore.

Secondo la nota, “il processo di riprogettazione inizierà con la creazione di focus group, incaricati di raccogliere opinioni da persone in tutta l’area dell’euro su possibili temi per le future banconote in euro. Un gruppo consultivo tematico con un esperto per ciascun paese dell’area dell’euro presenterà quindi una rosa di nuovi temi al Consiglio direttivo della BCE. I membri del gruppo consultivo sono già stati nominati dalla BCE sulla base delle proposte delle banche centrali nazionali dell’area dell’euro e provengono da diversi campi come la storia, le scienze naturali e sociali, le arti visive e la tecnologia”.

Una volta ricevute le proposte del gruppo consultivo, la BCE chiederà ai cittadini europei la loro opinione sui temi selezionati, e poi bandirà un concorso di progettazione. Al termine di quest’ultimo, la Banca ritornerà a sondare il pubblico, e il consiglio direttivo prenderà la decisione definitiva, autorizzerà la produzione delle nuove banconote e deciderà le possibili date di emissione.