Il ministro delle Finanze portoghese: “La sospensione del Patto di stabilità deve continuare”

Il ministro delle Finanze portoghese João Leão [EPA-EFE/ANTÓNIO PEDRO SANTOS]

Il ministro delle finanze del Portogallo, João Leão, lunedì 25 gennaio ha detto che le misure di stimolo per sostenere l’economia europea devono essere mantenute fino a quando la pandemia “perde slancio”.

Rivolgendosi alla commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo, Leão ha detto che l’attuale ondata della pandemia è molto più intensa del previsto e quindi influenzerà le prospettive economiche di ripresa in tutta Europa.

“Questa ondata sta avendo un effetto tremendo sull’economia europea, con misure molto restrittive su vari settori, ed è quindi molto importante che le misure di sostegno all’economia siano mantenute”, ha spiegato, aggiungendo che la sospensione delle regole del Patto di stabilità e crescita (PSC) dovrebbe continuare.

Secondo Leão, l’Europa è ancora in una fase di emergenza, che giustifica misure eccezionali per sostenere l’occupazione e la capacità produttiva delle imprese. “Questo sostegno dovrebbe essere mantenuto fino a quando non si passerà alla fase successiva, quando la pandemia comincerà a perdere forza”, ha continuato.

A causa della natura senza precedenti della pandemia, l’Ue ha attivato l’anno scorso la cosiddetta “clausola di salvaguardia” sulla disciplina di bilancio, sospendendo temporaneamente le regole del Patto di stabilità.

Questa sospensione sarà in vigore almeno fino alla fine del 2021 e potrebbe essere estesa, anche perché la ripresa economica non dovrebbe essere completata prima della fine del 2022, secondo le previsioni macroeconomiche della Commissione europea.

Il vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis ha detto all’inizio di questo mese che la sospensione del Patto di stabilità e crescita nel 2022 dipenderà dagli sviluppi economici. “Il nostro piano è di tornare a quella discussione nel ciclo primaverile del semestre europeo, che è a fine maggio e inizio giugno”, ha dichiarato Dombrovskis all’agenzia di stampa portoghese Lusa. Un’eventuale ulteriore sospensione delle regole, ha aggiunto, “dipenderà dalla situazione economica”.