Fondo Sure, dalla Commissione via libera ad altri 3,9 miliardi di euro per l’Italia

Ursula von der Leyen

L’annuncio è arrivato mercoledì 17 marzo via Twitter dalla presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen. In tutto, il nostro paese riceverà dal fondo dedicato alla protezione delle imprese e dei lavoratori nel post-paremia 27,4 miliardi di euro.  

Lo sblocco della quarta tranche di finanziamenti è stato annunciato da Von der Leyen dopo che la scorsa settimana erano stati collocati sul mercato 9 miliardi di obbligazioni del programma Sure, che vale in tutto 90 miliardi. Finora, l’Italia ha ricevuto 24,8 miliardi, quasi tutti quelli che le erano stati destinati: la quota parte più alta degli stati dell’UE.

Quelli erogati da Sure non sono finanziamenti a fondo perduto, ma prestiti che incidono sul debito pubblico e andranno ripagati: tuttavia, godono di tassi più vantaggiosi – e in alcuni casi negativi – grazie all’intermediazione della Commissione. Serviranno a finanziare gli ammortizzatori sociali previsti dal governo in risposta alla pandemia, tra cui la cassa integrazione.