Erasmus, arriva la nuova app per gli studenti: si può fare domanda con lo smartphone

L'app permetterà a ciascuno studente di dotarsi di una Carta europea dello studente in formato digitale valida in tutta l'Unione.

L’Erasmus diventa sempre più digitale. Martedì 21 settembre la Commissione ha lanciato la nuova applicazione Erasmus+, che sarà disponibile nelle lingue di tutti e 27 i Paesi membri.

L’applicazione, rilasciata per la prima volta il 13 giugno 2017, in occasione delle celebrazioni per i 30 anni del Programma Erasmus, è stata ulteriormente potenziata rispetto alla versione originaria e contribuirà a semplificare le procedure amministrative del programma europeo per la mobilità studentesca. Inoltre permetterà a ciascuno studente di dotarsi di una Carta europea dello studente in formato digitale valida in tutta l’Unione, per accedere a musei, attività culturali e offerte dell’università e del Paese in cui sono ospiti.

Attraverso l’app Erasmus+, compatibile con i sistemi Android e iOS, gli studenti potranno scegliere la loro destinazione tra gli istituti partner della loro università e firmare il contratto di apprendimento online. Sull’applicazione troveranno anche eventi e consigli utili relativi alla loro destinazione e potranno mettersi in contatto con altri studenti.

“La carta appartiene ufficialmente al passato. La nuova applicazione Erasmus+ sarà uno sportello unico per la mobilità degli studenti Erasmus+. Avere tutte le informazioni a portata di mano significa meno stress, meno tempo da dedicare alle formalità e maggiore flessibilità”, ha sottolineato la commissaria per l’Innovazione, la cultura e l’istruzione, Mariya Gabriel.

“L’applicazione mette a disposizione la Carta europea dello studente, un passo importante verso un vero spazio europeo dell’istruzione. Uno spazio in cui ogni studente possa sentirsi incluso, possa accedere agli stessi servizi e possa ottenere il medesimo riconoscimento del proprio percorso formativo”, ha aggiunto Gabriel.

“La nuova app e la Carta dello studente in essa integrata sono l’emblema dello spazio europeo dell’istruzione che vogliamo realizzare”, ha dichiarato Margaritis Schinas, Vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo, in occasione del lancio dell’applicazione.

La nuova app sarà collegata alla rete Erasmus Without Paper a cui aderiscono oltre 4.000 università europee. Questo faciliterà l’iter burocratico per gli studenti in mobilità e gli atenei di partenza e d’arrivo.