Summit per la democrazia, gli Stati Uniti devono pensare a istituzioni sovranazionali democratiche

Prende il via oggi il summit sulla democrazia voluto da Joe Biden. Ha fatto scalpore la decisione di non invitare la Cina, eppure è una scelta logica dato che si tratta di uno stato non democratico.
Per essere credibile, Biden dovrebbe offrire anche una proposta di democrazia sovranazionale, capace di fornire beni pubblici globali relativamente a temi come la pace e la sicurezza, il contrasto ai cambiamenti climatici e alle pandemie, lo sviluppo delle aree più povere del pianeta. Invece al momento questo non avviene: gli Stati Uniti non collaborano con l’Organizzazione mondiale del commercio e non attuano una politica cooperativa. Dovrebbero scegliere la via del rafforzamento delle istituzioni multilaterali, come l’Unione europea.