Europol smantella una rete telefonica criptata usata dai gruppi criminali

La polizia olandese accede alla rete criptata Sky Ecc. [Fonte: Polizia olandese]

La polizia europea ha confermato di aver eseguito 80 arresti in due Paesi europei dopo aver chiuso una rete telefonica criptata usata dalla criminalità organizzata.

Uno sforzo congiunto della polizia francese, belga e olandese ha permesso di introdursi nella rete criptata Sky Ecc, potendo così avere accesso alle comunicazioni di criminali che pianificavano operazioni di spaccio di droga e omicidi.

“Durante un’operazione, martedì 9 marzo, sono state eseguite numerose ispezioni di case e sequestri in Belgio e Olanda”, ha confermato l’Europol. In Francia, invece, sono stati identificati oltre 2.000 utenti della piattaforma Sky Ecc. Questo ha permesso alle forze dell’ordine di sgominare operazioni di narcotraffico su larga scala e attacchi alle persone, come conferma il procuratore di Parigi.

La polizia aveva lanciato un’operazione segreta per decrittare il network Sky Ecc, che funziona solo tramite telefoni speciali, e “sino a metà febbraio le autorità hanno potuto osservare i flussi di informazione di oltre 70.000 utenti”, confermano le agenzie olandesi.

Gli utenti pagavano grandi somme per usufruire delle linee criptate, fino a 2.000 euro ciascuna per sei mesi. Sky Ecc ha negato l’hackeraggio in una dichiarazione. Ha tuttavia confermato che dei dispositivi falsi venduti attraverso canali non autorizzati erano stati compromessi da un’applicazione di phishing.

“Sky Ecc non è stata contattata da alcuna agenzia di investigazione”, hanno dichiarato, aggiungendo che la compagnia “ha una politica di tolleranza zero che vieta qualsiasi attività criminale sulla piattaforma”.

L’operazione ha portato ad almeno 48 arresti in Belgio, con la confisca di 185 dispositivi criptati con Sky Ecc. In Olanda gli arresti sono stati 30 e hanno permesso anche il recupero di 28 armi da fuoco.

“Siamo riusciti a introdurci nella rete di comunicazioni criptata di una organizzazione criminale, che trafficava grandi quantità di cocaina e commetteva omicidi”, ha dichiarato il capo detective di Amsterdam Jonne Janssen. “Si parla di centinaia di milioni di messaggi  che sono nelle nostre mani”.

Lo scorso anno la polizia era riuscita a introdursi nella rete EncroChat, che veniva precedentemente utilizzata per scopi analoghi. Molti degli utilizzatori si sono poi trasferiti su Sky Ecc, ha confermato il portavoce dell’Europol Jan Op Gen Oorth all’Afp.

“La polizia è riuscita a introdursi anche in questa rete, è stato come riuscire a guardare da dietro le spalle dei criminali mentre mandavano messaggi in tempo reale”, ha dichiarato. “Questi arresti sono solo la punta dell’iceberg, ne seguiranno molti altri”, ha concluso Oorth.