Euronews, il nuovo proprietario ha legami personali e professionali con Orbán

Alpac Capital acquisirà l'88% delle quote di Euronews. [Shutterstock / Anton Garin]

La società di venture capital che acquisterà il media outlet Euronews ha legami personali e professionali di lunga durata con Viktor Orbán, che ha ricevuto critiche per aver limitato il pluralismo dell’informazione in Ungheria. Il report di EURACTIV.

Mário David, ex eurodeputato e padre dell’amministratore delegato di Alpac Capital Pedro Vargas David, è da tempo un associato e consulente di Viktor Orbán, che quest’anno è diventato il primo leader europeo a essere aggiunto alla lista annuale dei “nemici della libertà di stampa” redatta da Reporter Senza Frontiere (Rsf).

Euronews, pensata al momento del suo lancio nel 1992 come una versione europea della Cnn, è stata colpita da difficoltà finanziarie negli ultimi anni, ma ha visto recentemente un miglioramento della sua situazione.

Secondo l’accordo annunciato lo scorso 17 dicembre, Alpac Capital, che ha uffici a Lisbona, Budapest e Dubai, acquisterà l’88% delle quote di Euronews dal suo azionista di maggioranza attuale, il miliardario egiziano Naguid Sawiris.

Secondo il sito web del governo ungherese, Mário David, che è stato eurodeputato dal 2009 al 2014 come vicepresidente del Partito popolare europeo (Ppe), attualmente fornisce “consulenza da esperto sull’Unione europea” gratuitamente a Orbán, secondo un contratto che dura fino alla fine dell’anno.

Nel 2016 David ha anche ricevuto la croce dell’Ordine al merito ungherese a Lisbona, consegnata direttamente da Orbán. L’onorificenza è stata conferita per “il suo consistente avanzamento degli interessi e le aspirazioni ungheresi e il miglioramento della percezione dell’Ungheria in Europa”, ha detto il presidente dell’epoca János Áder.

I due politici sono stati amici per 25 anni, ha detto David durante il suo discorso di accettazione, e hanno viaggiato insieme per seguire eventi in giro per l’Europa.

I media ungheresi hanno anche evidenziato i legami con il Paese dell’amministratore delegato di Alpac Capital Pedro Vargas David, in particolare la gestione da parte della società del fondo europeo di capitale di rischio East-West da 20 milioni di euro lanciato nel 2017 per sostenere lo scaling up delle piccole e medie imprese in Ungheria, Portogallo e altri paesi.

L’Ungheria è stata classificata al 92esimo posto su 180 nella classifica annuale dell’indice globale della libertà di stampa pubblicata da Rsf ed è stata oggetto di una crescente attenzione a causa dei continui attacchi governativi e delle acquisizioni di media indipendenti, insieme all’imposizione di maggiori restrizioni sul lavoro dei giornalisti e sull’accesso alle informazioni.

Un portavoce di Alpac Capital, che mira a potenziare Euronews a un livello europeo molto più ampio, ha detto a EURACTIV che “qualsiasi preoccupazione di un possibile impatto sulla libertà editoriale di Euronews è infondata”.

Il portavoce ha detto che Pedro Vargas David ha parlato con i dipendenti di Euronews all’inizio di questa settimana e “ha trasmesso il suo impegno per l’Europa sposando i principi fondamentali dell’Unione come la democrazia e la libertà”, e ha aggiunto: “Non ci sarà confusione di ruoli tra il proprietario e la redazione”.

Euronews ha anche ricevuto finanziamenti dalla Commissione europea, con la quale ha un accordo che non contiene obblighi di finanziamento diretto ma facilita la creazione di contratti di finanziamento individuali. In base a questi, l’outlet dovrebbe aver ricevuto 16 milioni di euro quest’anno.

Secondo Radio Free Europe/Radio Liberty, un portavoce della Commissione ha detto che l’esecutivo europeo non ha alcun interesse né coinvolgimento negli affari interni di Euronews.

“Detto questo, stiamo seguendo da vicino gli sviluppi per assicurarci che qualsiasi cambiamento nella gestione della società o nei flussi di lavoro editoriale non abbia un impatto sui nostri accordi contrattuali”, ha aggiunto il portavoce.