Cultura, la Commissione Ue istituisce un centro per la conservazione digitale del patrimonio europeo

Un focus particolare del progetto 4CH sarà la ricostruzione in 3D di monumenti e siti archeologici europei. [ArtTower/Pixabay]

La Commissione europea ha inaugurato un centro di competenze volto a preservare e conservare il patrimonio culturale europeo. Il centro opererà per tre anni con un massimo di 3 milioni di euro provenienti dal programma Horizon 2020.

L’obiettivo del progetto, denominato 4CH, è quello di istituire uno spazio digitale collaborativo per la conservazione del patrimonio culturale europeo. L’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare italiano coordinerà il gruppo di 19 beneficiari, provenienti da 11 Stati membri dell’Ue, dalla Svizzera e dalla Moldavia.

4CH intende costruire un cloud di competenze per la conservazione del patrimonio culturale, oltre che dare l’accesso e diffondere una serie di dati, metadati, norme e orientamenti. Un focus particolare sarà posto sull’utilizzo della tecnologia 3D, specialmente per quanto riguarda la ricostruzione digitale di monumenti e siti di interesse storico e archeologico.

La Commissione ha avviato inoltre due progetti a sostegno dell’istruzione digitale, del valore massimo di un milione di euro ciascuno, sempre attraverso il programma Horizon 2020. Il primo, MenSI, lavorerà sul tutoraggio per il miglioramento scolastico e andrà avanti fino a febbraio 2023. Con questo progetto si prevede la mobilitazione di 120 scuole in sei Stati membri (Italia, Belgio, Repubblica Ceca, Croazia, Ungheria, Portogallo) e nel Regno Unito, allo scopo di promuovere l’innovazione digitale in favore degli studenti socialmente svantaggiati.

Il secondo progetto, iHub4Schools, durerà fino a giugno 2023 e prevede l’accelerazione dell’innovazione digitale nelle scuole con la creazione di poli regionali di innovazione e un modello di tutoraggio. Vi prenderanno parte 600 insegnanti di 75 scuole e i poli saranno dislocati in Finlandia, Estonia, Lituania, Regno Unito e Georgia. Anche Italia e Norvegia beneficeranno del sistema di tutoraggio.

MenSI e iHub4Schools si prefiggono come obiettivo quello di portare un avanzamento del settore dell’educazione in campo tecnologico, costruendo un sistema di assistenza per consentire l’istruzione digitale di insegnanti e scuole con minori competenze e infrastrutture.