Vaccini, in Senegal verrà costruito un impianto di produzione con l’aiuto dell’Ue

Dei ragazzi giocano a biglie nel villaggio di Ngor in Senegal. [EPA-EFE/NIC BOTHMA]

La struttura dovrebbe arrivare a produrre 25 milioni di dosi al mese entro la fine del 2022. Von der Leyen: “Questa è solo la prima parte di un’iniziativa più ampia per sostenere la produzione di medicinali e vaccini in Africa”.

In Senegal verrà costruito un nuovo impianto per la produzione di vaccini contro il Covid-19 e altre malattie endemiche. Il presidente della Repubblica del Senegal, Macky Sall, il commissario europeo per il mercato Interno, Thierry Breton, il direttore della Banca europea per gli investimenti e gli Stati Uniti venerdì 9 luglio hanno siglato un accordo per creare un progetto di produzione di vaccini su larga scala. La costruzione dell’impianto dovrebbe iniziare entro quest’anno e la struttura dovrebbe arrivare a produrre 25 milioni di dosi al mese entro la fine del 2022.

Il progetto, spiega la Commissione europea in una nota, aumenterà significativamente la capacità di produzione medica e di vaccini dell’Africa e ridurrà la sua dipendenza dalle importazioni, che rappresentano il 99% del suo fabbisogno di vaccini. In Africa solo poco più dell’1% della popolazione ha completato il ciclo di vaccinazione e in molti Paesi in contagi stanno tornando a salire.

L’accordo fa parte di un importante pacchetto di investimenti da un miliardo di euro lanciato da Team Europe a maggio, che riunisce la Commissione europea, gli Stati membri dell’Ue, la Banca europea per gli investimenti e altre istituzioni finanziarie.

“Team Europe ha ufficialmente accettato di sostenere investimenti su larga scala nella produzione di vaccini in Africa con una sovvenzione di 6,75 milioni di euro per la realizzazione di studi di fattibilità tecnica e la preparazione della nuova installazione presso l’Institut Pasteur di Dakar, insieme ad altri aiuti le misure”, spiega l’esecutivo Ue.

“L’Africa attualmente importa il 99% dei suoi vaccini – ha ricordato la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen – .Ma con l’accordo di oggi, Team Europe sta aiutando il Senegal a fare un passo importante verso la produzione dei propri vaccini e la protezione degli africani dal Covid-19 e da altre malattie. Faremo di più. Questa è solo la prima parte di un’iniziativa molto più ampia di Team Europe per sostenere la produzione di medicinali e vaccini in Africa”.

La Commissione europea sta discutendo con le autorità senegalesi la possibilità di mobilitare un ulteriore sostegno finanziario entro la fine del 2021 nell’ambito del nuovo strumento NDICI / Global Europe per sostenere questo progetto. “Team Europe è orgoglioso di sostenere l’ambizione visionaria del governo senegalese di consentire la produzione di vaccini autorizzati contro il Covid-19 presso l’Istituto Pasteur di Dakar – ha dichiarato Breton -. L’iniziativa non solo sosterrà l’autonomia dell’Africa per la produzione di vaccini salvavita, ma sarà anche una pietra miliare dell’emergente ecosistema sanitario industriale in Senegal”.