Taiwan invierà una missione di investimento in tre paesi dell’Europa centrale e orientale

Il presidente del Sento della Repubblica Ceca, Milos Vystrcil, durante la sua visita a Taiwan nell'agosto 2020. [EPA-EFE/RITCHIE B. TONGO]

Il mese prossimo una delegazione per gli investimenti di Taiwan, con a capo un alto ministro del governo, visiterà Slovacchia, Repubblica Ceca e Lituania per rafforzare i legami commerciali con i tre paesi, che dopo l’espulsione della pandemia avevano inviato aiuti sanitari e 60 mila dosi di vaccino contro il COVID sull’isola. Lo ha annunciato martedì 14 settembre il ministero degli Esteri di Taipei.

Il gruppo – ha detto alla stampa il capo del dipartimento Europa del ministero, Remus Chen – comprenderà 65 persone, e il viaggio durerà dal 20 al 30 ottobre. A guidarlo sarà Kung Ming-hsin, capo del Consiglio nazionale per lo sviluppo, l’organismo responsabile della politica di sviluppo industriale di Taiwan.

La visita fa parte della strategia del governo di Taiwan per rafforzare i legami commerciali ed economici con i paesi dell’Europa centrale e orientale, ha affermato Chen, aggiungendo che il governo di Taipei ha già una base di buoni rapporti Slovacchia, Repubblica Ceca e Lituania.

In particolare, il presidente del senato ceco, Miloš Vystrčil, ha guidato una delegazione ufficiale in visita a Taiwan nell’agosto 2020, mentre Taiwan e Slovacchia hanno firmato nell’agosto scorso un accordo di cooperazione in ambito giudiziario.

La Lituania, invece, ha consentito a Taiwan di istituire un’ambasciata de facto a Vilnius, e progetta di aprirne una propria a Taipei. Inoltre, il paese baltico ha abbandonato il forum 17+1, voluto nel 2012 dalla Cina per sostenere la cooperazione con i paesi dell’Europa centro-orientale: una mossa a cui Pechino ha reagito richiamando il suo ambasciatore a Vilnius e imponendo alcune sanzioni economiche al paese.

La visita europea della delegazione taiwanese includerà rappresentanti delle industrie delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, dei macchinari di precisione e dei veicoli elettrici, e secondo Chen aiuterà Taiwan a realizzare il suo obiettivo di sviluppare un’ampia gamma di industrie strategiche.

Inoltre, ha affermato Chen, la visita consentirà alle industrie di Taiwan di cercare maggiori opportunità commerciali attraverso scambi e cooperazione più ampi con i tre paesi: “Questo dimostra l’unità dei partner democratici internazionali e l’amicizia” dell’Europa per Taiwan, ​​ha detto.

Nonostante il sostegno individuale di Slovacchia, Repubblica Ceca, Lituania e anche della Polonia (che ha donato 400.000 dosi di vaccini all’inizio di settembre), l’UE non ha dato seguito alla richiesta di Taiwan di portare avanti una proposta per un accordo di investimento bilaterale.

L’Unione, tuttavia, ha cercato di rafforzare la cooperazione con Taiwan sulla realizzazione di semiconduttori – di cui l’isola è uno dei più importanti produttori al mondo -, le cui scarse forniture hanno colpito l’industria di tutto il mondo, tra cui i costruttori di auto europei.