G20, global tax e Cop26 nell’agenda del segretario del tesoro americano Janet Yellen

Il segretario del Tesoro americano Janet Yellen. [EPA-EFE/Al Drago / POOL]

Il segretario del Tesoro americano Janet Yellen parteciperà al G20 di Roma dal 29 al 31 ottobre, prima di viaggiare in Irlanda per discutere di global tax e in Scozia per rappresentare gli Stati Uniti alla conferenza sul clima delle Nazioni Unite.

Il Tesoro americano ha rilasciato un comunicato in cui annuncia l’agenda molto ricca di appuntamenti del segretario Janet Yellen, che dal 29 ottobre al 3 novembre si troverà in Europa per partecipare a una serie di importanti vertici internazionali.

Yellen parteciperà all’incontro dei ministri delle finanze e della salute del G20 a Roma il 29 ottobre, per poi restarvi per il vertice tra i capi di stato del 30 e 31 ottobre. Sarà poi a Dublino, in Irlanda, il 31 ottobre e 1° novembre per discutere della global tax, mentre il 2 e 3 novembre parteciperà alla conferenza Cop26 sul clima di Glasgow in qualità di rappresentante degli Stati Uniti.

Durante il suo viaggio in Europa, Yellen “continuerà a rafforzare l’impegno degli Stati Uniti per il multilateralismo e a portare avanti le priorità politiche americane sulla global tax, il cambiamento climatico, la ripresa inclusiva e la salute globale”, si legge in un comunicato stampa del Tesoro americano, che ricorda anche che il segretario del Tesoro terrà incontri bilaterali con partner e alleati a margine dei vertici.

Global tax, 136 Paesi concordano sulla riforma della tassazione per le multinazionali

136 Paesi hanno trovato un accordo all’Ocse sulla global tax per le multinazionali venerdì 8 ottobre, superando le resistenze di alcuni Stati, tra cui l’Ungheria, ultimo membro dell’Ue a essere convinto.

L’accordo trovato in sede Ocse prevede di riformare il sistema …

In Irlanda, Yellen incontrerà rappresentanti del governo e del settore privato per discutere principalmente dell’accordo in sede Ocse, firmato da 136 Paesi, che prevede l’imposizione di una tassazione minima globale sulle multinazionali del 15%.

Janet Yellen ha svolto un ruolo chiave nella lotta del presidente americano Joe Biden per convincere il Congresso a sostenere la spesa sociale del valore di migliaia di miliardi di dollari prospettata. Inoltre, il segretario del Tesoro ha dichiarato la scorsa settimana che si aspetta l’implementazione da parte del Congresso dell’accordo sulla global tax.