G20 a Roma: per l’Ue le priorità sono global tax, vaccini e clima

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen. [EPA-EFE/OLIVIER HOSLET]

Il vertice inizia ufficialmente sabato. Oggi sono previsti importanti incontri bilaterali, tra cui quello di Biden con il presidente del Consiglio Mario Draghi. Von der Leyen e Michel hanno incontrato il premier indiano Modi.

Il G20 entra nel vivo. Il vertice tra i capi di Stato e di governo dei 20 Paesi che insieme rappresentano l’80% del Prodotto interno lordo globale, il 75% del commercio estero e il 60% degli abitanti del pianeta si terrà sabato 30 e domenica 31 ottobre, a Roma. I leader sono arrivati nella Capitale oggi, venerdì 29 ottobre, e hanno iniziato una serie di incontri bilaterali in vista del summit.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, dopo l’incontro con Papa Francesco in Vaticano, avrà bilaterali con il premier Mario Draghi, col presidente della repubblica Sergio Mattarella e con il presidente francese Emmanuel Macron.

A Roma sono arrivati anche i vertici delle istituzioni europee: la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

Tra le priorità Ue per questo G20 c’è quella di incrementare la vaccinazione a livello globale e migliorare la preparazione alla pandemia, ha ricordato la presidente dell’esecutivo Ue su Twitter. “Servono impegni per il clima e piani concreti da parte del G20 per aprire la strada al successo della Cop26”, ha continuato.

Il vertice dovrà anche trovare un’intesa su una riforma fiscale globale, aveva sottolineato Von der Leyen in una conferenza stampa sul G20. “Dobbiamo porre attenzione sulla giustizia e credo che questo è quello che fa la tassa minima globale. Siamo pronti a implementarla velocemente. Entro la fine di quest’anno faremo già una proposta”, ha aggiunto.

Von der Leyen venerdì 29 ottobre ha incontrato il premier indiano Narendra Modi. “Buona riunione con Modi. La nostra agenda strategica è sul sentiero giusto. Abbiamo concordato sul fatto che i negoziatori di entrambe le parti cominceranno a lavorare sul dossier commercio. Renderemo più forte la nostra cooperazione sul clima, inclusi i campi dell’innovazione e tecnologia. Puntiamo ad una cooperazione nell’area indo-pacifica”, ha scritto su Twitter la presidente della Commissione al termine del bilaterale a Roma. “Mi congratulo con l’India per il suo eccellente progresso nella vaccinazione e per il ripristino delle esportazioni di vaccini”, ha aggiunto, sottolineando la necessità di “unire le forze per vaccinare il mondo e sconfiggere la pandemia globale”.

Dopo Von der Leyen anche il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha incontrato Modi. “L’India ha un ruolo chiave nella transizione verde”, ha sottolineato Michel spiegando che, tra i temi della riunione, c’è stata la “forte” partnership strategica Ue-India, l’Afghanistan, e il dossier Indo-pacifico.