Le ambiguità del leader di Forza Italia, tra europeismo, atlantismo e filoputinismo

Le posizioni ondivaghe di Silvio Berlusconi sull’invasione dell’Ucraina rappresentano un problema per il suo partito sia per i rapporti con gli alleati del centro-destra e con i partiti dello schieramento opposto che per la collocazione di Forza Italia nell’arco parlamentare e per la definizione di una linea politica per il futuro. È ora che il partito di Silvio Berlusconi decida cosa vuole fare oggi visto che è un elemento importante dell’alleanza di governo che sostiene il governo Draghi e nel suo futuro di più lungo periodo.