G7, cooperare per contare

Sì è appena concluso in Cornovaglia il vertice dei G7, detti anche “I 7 Grandi” ovvero le 7 maggiori economie del mondo. Peccato che, al di là della retorica, le cose siano profondamente diverse, i G7 non sono più né i paesi più ricchi né quelli più rappresentativi al mondo. Se anche gli USA si sono resi conto che da soli non sono più in grado di agire con efficacia, che Italia, Francia e Germania continuino a coltivare l’illusione di essere “uno dei grandi” impedisce di comprendere il vero valore che l’UE, in rappresentanza di tutti i paesi che la compongono, può e potrà svolgere in prospettiva a livello mondiale in quanto grande potenza economica governata in modo democratico. Questa è vera la sfida: unirsi a livello europeo per contare sul piano mondiale.