Fratelli d’Italia, occasione persa per aggiornare la linea politica sull’Europa

La conferenza programmatica di Fratelli d’Italia è stata una grande occasione persa per aggiornare la linea politica del partito al nuovo millennio. Giorgia Meloni ha ribadito la scelta sovranista e nazionalista incentrata su una visione confederale dell’Unione Europea come quella prospettata da De Gaulle negli anni ’60 dello scorso millennio, ma l’Unione Europea non è più quella di allora, è passata da 6 a 27 paesi ed ha sviluppato alcune strutture tipiche di un modello federale con le quali ha risposto con un successo maggiore di quello ottenuto dai singoli stati alle sfide che si è trovata ad affrontare come la ripresa dalla crisi economica dovuta alla pandemia o la risposta da dare al governo Putin dopo l’invasione dell’Ucraina.