Le Capitali – Un quotidiano slovacco respinge le richieste russe di ritirare un articolo che critica Sputnik V

Il Fondo russo per gli investimenti diretti (RFDI) ha chiesto al quotidiano slovacco Denník N di ritirare un articolo sul vaccino Sputnik V che ha dichiarato "fuorviante". [Shutterstock/Yalcin Sonat]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

BRATISLAVA

Un quotidiano slovacco nega di aver rimosso un articolo che criticava il vaccino Sputnik V. Il Fondo russo per gli investimenti diretti (RFDI) ha chiesto al quotidiano slovacco Denník N di ritirare un articolo che citava la valutazione delle autorità slovacche sul vaccino Sputnik V, che secondo i russi sarebbe “fuorviante”.

(Michal Hudec |  EURACTIV.sk)

///

PRESIDENZA UE

Il Portogallo vuole essere ricordato per “aver riequilibrato le relazioni con l’Asia”. Il ministro degli Esteri portoghese, Augusto Santos Silva, ha detto che vorrebbe che la presidenza portoghese dell’Ue fosse ricordata come “quella che ha riequilibrato il rapporto con l’Asia”.

(Sofia Branco |  Lusa.pt)

///

ISTITUZIONI UE

Il Parlamento europeo si aspetta di tornare nell’Aula di Strasburgo a giugno. Il Parlamento europeo dovrebbe tornare alla sua sede ufficiale a Strasburgo per la plenaria di giugno, dopo un’assenza di oltre un anno a causa delle restrizioni del COVID-19, hanno detto mercoledì alcuni funzionari.

La Commissione Europea esorta a limitare i viaggi dall’India. Mercoledì la Commissione europea ha esortato gli Stati membri dell’UE a collaborare per limitare i viaggi dall’India al fine di limitare la diffusione della variante COVID-19 che ha devastato il paese asiatico.

(EURACTIV.com with AFP)

///

BERLINO

La Germania mira alla neutralità carbonica entro il 2045. La coalizione di governo tedesca si è riunita mercoledì a Berlino per concordare una revisione della legge sulla protezione del clima come richiesto dalla corte costituzionale del paese, con nuovi obiettivi ambiziosi, compresa la neutralità del carbonio entro il 2045.

(Nikolaus J. Kurmayer |  EURACTIV.de)

///

PARIGI

La Francia estende la quarantena obbligatoria a cinque nuovi paesi. Altri cinque paesi verranno aggiunti alla lista di quarantena obbligatoria di 10 giorni della Francia, ha annunciato mercoledì il portavoce del governo francese Gabriel Attal.

(Magdalena Pistorius |  EURACTIV.fr)

///

VIENNA

Il cancelliere austriaco deve affrontare un’indagine anti-corruzione. L’Ufficio del Procuratore per gli affari economici e la corruzione ha avviato le indagini sul cancelliere austriaco Sebastian Kurz, accusato di aver fornito false testimonianze in più occasioni alla commissione d’inchiesta del parlamento istituita in seguito allo scandalo “Ibiza-gate” e incaricata di indagare sulla corruzione politica del precedente esecutivo Austria, guidato sempre da Kurz.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

LUSSEMBURGO

L’ex vicepremier chiede l’annullamento delle sue dimissioni. L’ex ministro della Giustizia e vice primo ministro lussemburghese Felix Braz, a cui sono state concesse “onorevoli dimissioni” mentre era in ospedale un mese dopo aver subito un infarto nell’agosto 2019, ha intentato due cause dinanzi al tribunale amministrativo nel tentativo di ribaltare la decisione. “Il mio caso non è ancora deciso. Sono il primo, ma non certo l’ultimo. Posso solo sperare che al prossimo in una situazione del genere venga risparmiato ciò che ho dovuto affrontare negli ultimi mesi, oltre alla mia riabilitazione”, ha twittato Braz mercoledì.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

I cittadini dell’UE nel Regno Unito sentono di ricevere un trattamento ineguale, secondo un sondaggio. Un quarto dei cittadini dell’UE che vivono nel Regno Unito sente di non essere trattato allo stesso modo dei cittadini britannici, secondo il primo sondaggio condotto sui cittadini dell’UE da parte del garage incaricato di proteggere i loro diritti, pubblicato giovedì.

(Benjamin Fox |  EURACTIV.com

///

DUBLINO | LONDRA

Il primo ministro britannico si scusa per il verdetto dell’inchiesta su Ballymurphy. Mercoledì, ha riferito l’Irish Times, in una telefonata con il primo ministro dell’Irlanda del Nord Arlene Foster e il vice primo ministro Michelle O’Neill, il primo ministro britannico Boris Johnson ha “chiesto scusa senza riserve a nome del governo britannico per gli eventi che hanno avuto luogo a Ballymurphy”, a Belfast, dove nel 1971 i paracadutisti britannici uccisero undici civili irlandesi.

(Paula Kenny | EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

Il parlamento finlandese rinvia il voto sul fondo di recupero. Il Parlamento non ha potuto votare sul fondo di recupero da 750 miliardi di euro dell’UE, come pianificato mercoledì: il dibattito è proseguito dopo che due commissari dell’UE hanno affermato che l’accordo potrebbe diventare un meccanismo regolare e persino permanente per stimolare la crescita.

(Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Draghi: le regole fiscali europee devono cambiare. “Non c’è dubbio che le regole di bilancio europeo debbano cambiare”, ha detto mercoledì ai deputati il presidente del Consiglio Mario Draghi durante una sessione del Question time alla Camera. Secondo Draghi nei prossimi anni occorrerà incentivare in particolare “gli investimenti soprattutto per favorire la trasformazione digitale ed ecologica. Allo stesso tempo, le nuove regole devono anche puntare a ridurre le crescenti divergenze tra le economie degli Stati membri e a completare l’architettura istituzionale europea”.

In altre notizie, mercoledì il governo italiano ha nominato l’Ambasciatore Elisabetta Belloni nuovo capo del Dipartimento Informazioni sulla Sicurezza (Dis), l’organo di coordinamento dei servizi segreti. Belloni, che attualmente ricopre la carica di segretario generale del ministero degli Esteri, sarà la prima donna a ricoprire questo ruolo.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

SAN MARINO

San Marino offre ai turisti vaccini Sputnik a 50 euro. San Marino, un micro-stato indipendente nel Nord Italia, ha annunciato mercoledì che inizierà a offrire ai turisti il vaccino russo Sputnik V a un prezzo di 50 euro.

(Georgi Gotev |  EURACTIV.com)

///

MADRID

La Spagna ipotizza nuove elezioni in Catalogna per affrontare la crisi politica.Una nuova elezione regionale potrebbe essere un possibile modo per sbloccare la crisi politica in Catalogna, dopo che i partiti separatisti non sono stati in grado di raggiungere un accordo e formare un esecutivo pro-indipendenza, ha detto il governo spagnolo.

(EuroEFE)

///

ATENE

I greci discutono dei benefici per i vaccinati. Le autorità greche stanno attualmente discutendo potenziali “benefici” per quei cittadini che sono stati vaccinati utilizzando il cosiddetto certificato di vaccinazione.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Il governo polacco accelera le riaperture. Il governo polacco ha anticipato di otto giorni la data di riapertura di cinema, teatri, filarmoniche e teatri d’opera, consentendo a queste strutture di operare al 50% della capacità dal 21 maggio, poiché il numero quotidiano di casi di nuovo coronavirus nel paese continua a diminuire.

(Anna Wolska |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

Il governo di minoranza di Babiš potrebbe dover affrontare un voto di sfiducia a giugno. Le due coalizioni di opposizione nella camera bassa del Parlamento ceco hanno dichiarato mercoledì di voler avviare un voto di sfiducia al governo di minoranza del primo ministro Andrej Babiš, che potrebbe essere discusso all’inizio di giugno, a causa della sua cattiva gestione della pandemia, della gestione dei fondi pubblici e di altre questioni.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

BUDAPEST

L’Ungheria consegna il piano di ripresa rivisto dopo il presunto rifiuto iniziale. Mercoledì l’Ungheria ha consegnato il suo piano di ripresa rivisto alla Commissione europea, in base al quale il paese richiederà 7,2 miliardi di euro in sovvenzioni, rinunciando a richiedere 9,6 miliardi di euro in prestiti a basso costo, dopo che la stampa aveva riferito che i piani iniziali del governo erano stati respinti dalla Commissione.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Il governo provvisorio non cambierà la politica della Bulgaria nei confronti della Macedonia del Nord. La Bulgaria ha detto che non cambierà la sua opposizione all’adesione della Macedonia del Nord all’UE a seguito di un incontro tra il nuovo ministro degli esteri bulgaro Svetlan Stoev e il vice primo ministro per le riforme giudiziarie Ekaterina Zaharieva.

(Krassen NikolovEURACTIV.com)

///

BUCAREST

Il primo ministro promette una crescita post-pandemia costante per l’economia rumena. Il primo ministro rumeno Florin Citu si è impegnato a perseguire una crescita economica post-pandemia sostenibile, concentrandosi sia sulle riforme che sugli investimenti, durante una discussione con il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis e diversi altri ministri a Bruxelles.

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

LUBIANA

La Slovenia respinge il disegno di legge per escludere gli investitori stranieri dal mega progetto ferroviario. Una mozione dell’opposizione della Slovenia di escludere l’Ungheria dal più grande progetto ferroviario del paese negli ultimi decenni è stata sconfitta in parlamento mercoledì, aprendo la strada a un investimento del valore di 200 milioni di euro

(Sebastijan R. Maček |  sta.si)

///

ZAGABRIA

La Commissione Europea aumenta le previsioni di crescita per il 2022 per la Croazia. La Commissione europea ha aumentato la sua proiezione per la crescita dell’economia croata al 6,1% nel 2022, il che significa che quella croata potrebbe diventare una delle economie in più rapida crescita dell’UE. Nel frattempo la previsione di quest’anno è stata leggermente ridotta dal 5,3 al 5%.

(Tea Trubić Macan |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

L’ambasciatore: Israele ha riconosciuto il Kosovo sotto la pressione degli Stati Uniti. L’ambasciatore israeliano in Serbia, Jahel Vilan, ha dichiarato mercoledì durante un’intervista televisiva che Israele ha riconosciuto l’indipendenza del Kosovo sotto la pressione degli Stati Uniti, come parte di un accordo che Serbia e Kosovo avevano firmato con gli Stati Uniti.

In altre notizie, i cittadini serbi potranno scaricare un certificato verde digitale attestante che sono stati vaccinati o risultati negativi al virus, ha annunciato l’Ufficio per l’informatica e l’e-government del governo serbo.

(EURACTIV.rs)


AGENDA

  • Italia: il ministro degli Esteri Luigi Di Maio incontrerà a Roma l’inviato speciale statunitense per il clima John Kerry.
  • Spagna: diverse regioni inizieranno a vaccinare le persone di età compresa tra 50 e 59 anni con il vaccino Janssen.
  • Grecia: il premier greco Kyriakos Mitsotakis incontrerà il suo omologo della Macedonia del Nord Zoran Zaev e la premier serba Ana Brnabić.
  • Polonia: l’Ufficio supremo dei conti (NIK) presenterà una relazione sui 16 milioni di euro spesi senza base giuridica nei preparativi dello scorso anno per il voto postale per le elezioni, che è stato poi respinto dal Parlamento.
  • I ministri degli esteri di Repubblica Ceca, Austria, Slovenia, Ungheria e Ucraina si incontreranno giovedì a Bratislava per discutere la situazione COVID-19, la Conferenza sul futuro dell’Europa e le relazioni UE-Russia.
  • Bulgaria: il Consiglio giudiziario supremo discuterà una dichiarazione contro la chiusura dei tribunali specializzati e delle procure che indagano sulla criminalità organizzata e sulla corruzione ad alto livello.
  • Romania: il governo si riunirà dopo il ritorno del primo ministro Florin Citu e di diversi ministri da Bruxelles, dove hanno discusso del piano nazionale di ripresa e resilienza.
  • Croazia: giovedì uno dei ristoranti di Zagabria accoglierà da 70 a 80 persone completamente vaccinate che saranno incoraggiate a socializzare per verificare se le misure del COVID-19 possono essere allentate.
  • Serbia: il primo ministro Ana Brnabić interverrà al forum economico di Delfi e incontrerà il primo ministro greco Kiriakos Mitsotakis e il presidente Katerina Sakelaropoulou, nonché il primo ministro montenegrino Zdravko Krivokapić ad Atene.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]