Le Capitali – Un oligarca russo ha acquistato terreni finlandesi grazie al “passaporto d’oro” cipriota

Utilizzando un passaporto cipriota, un magnate russo con un patrimonio di circa 1,2 miliardi di euro è riuscito a eludere la procedura di autorizzazione richiesta per tale operazione dal ministero della Difesa finlandese. [Shutterstock/AlexiaD]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Viaggi, dall’Ue 60mila biglietti ferroviari gratuiti per i giovani: come fare domanda di Valentina Iorio, EURACTIV Italia. 

Leggete anche Tumori, ABC Global Alliance: ai decisori politici mancano le conoscenze sul carcinoma mammario avanzato di Sarantis Michalopoulos, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

HELSINKI

La vendita di una grande isola in un’area strategicamente importante della Finlandia a un oligarca russo ha sollevato preoccupazioni sui cosiddetti “passaporti d’oro”, uno schema in cui i ricchi stranieri possono ottenere la cittadinanza di un Paese UE in cambio di investimenti. Per saperne di più.

///

PRESIDENZA UE

I ministri UE chiedono criteri unificati per il Covid pass. Lo sloveno Janez Poklukar ha affermato che nell’incontro informale dei ministri della salute dell’UE a Brdo pri Kranju martedì sono stati chiesti criteri unificati sulle certificazioni vaccinali. Anche la commissaria europea per la salute e la sicurezza alimentare Stella Kyriakides ha chiesto un coordinamento. Per saperne di più.

///

BERLINO

I piccoli partiti decideranno il destino dei negoziati di coalizione. Mentre l’aspirante cancelliere Olaf Scholz si è recato a Washington per partecipare alla convention annuale del FMI e della Banca mondiale nel suo ruolo di ministro delle finanze ad interim, i suoi aspiranti partner della coalizione hanno concluso colloqui esplorativi con il suo partito. Per saperne di più.

///

PARIGI

L’eurodeputata Sophie In’t Veld si ritira dalla corsa alla presidenza di Renew. L’eurodeputata olandese Sophie In’t Veld ha ritirato la sua candidatura a leader del gruppo Renew Europe a causa della mancanza di consenso sulla sua candidatura e perché “desidera mantenere la coesione del gruppo”, ha appreso martedì pomeriggio EURACTIV France. “Penso che tenere unito il gruppo sia la cosa più importante” ha detto a EURACTIV la scorsa settimana.

Il gruppo centrista Renew al Parlamento europeo sembra aver già trovato il suo prossimo presidente per succedere a Dacian Ciolos, che ha deciso di tornare alla politica nazionale in Romania. L’ex membro del Partito socialista francese, Stéphane Séjourné, è l’unico altro candidato alla carica. Le elezioni ufficiali si svolgeranno martedì prossimo a Strasburgo. (Mathieu Pollet | EURACTIV.fr)

///

Macron presenta gli obiettivi della Francia per il 2030. Il presidente francese Emmanuel Macron ha presentato martedì un massiccio piano di investimenti, “France 2030”. Il piano da 30 miliardi di euro vuole andare a sostenere l’innovazione e la transizione dei settori industriale, agroalimentare e sanitario. Leggi la storia completa.

///

VIENNA

Il nuovo cancelliere austriaco fatica a conquistare la fiducia dei Verdi. La prima apparizione del nuovo cancelliere Alexander Schallenberg in parlamento ha rivelato che il rapporto con il suo partner di coalizione, i Verdi, è ancora lontano dall’essere ideale. Allo stesso tempo, il Partito popolare sembra essere allo sbando attorno alla figura dell’ex cancelliere Sebastian Kurz. Per saperne di più.

///

BERNA

Il governo svizzero respinge l'”iniziativa di cura”. Il ministro della salute svizzero Alain Berset ha comunicato ieri il rifiuto del governo svizzero dell'”iniziativa di cura”, un’iniziativa popolare che mira a facilitare le condizioni di lavoro per gli operatori sanitari. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA
LONDRA

Rivedere il protocollo dell’Irlanda del Nord è necessario per tornare alla normalità, afferma Frost. Il ministro britannico per la Brexit, David Frost, ha affermato martedì che la revisione del protocollo dell’Irlanda del Nord è un “prerequisito” per riparare le attuali relazioni “difficili” tra il Regno Unito e Bruxelles. Per saperne di più.

///

DUBLINO

Il governo irlandese presenta il budget 2022. Il ministro delle finanze irlandese, Paschal Donohoe, ha presentato il bilancio del Paese per il 2022, delineando i piani di spesa del governo per l’anno. Il 2022 vedrà un “notevole rilancio” dell’occupazione in Irlanda, ha affermato Donohoe, prevedendo un aumento oltre il suo livello pre-pandemia. “Ci stiamo riprendendo”, ha aggiunto. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Esperto: illusorio pensare che la pandemia abbia messo da parte l’estrema destra italiana. Sia l’estrema destra parlamentare che quella extraparlamentare stanno prendendo piede nel Paese, ha dichiarato a EURACTIV il giornalista Carlo Muzzi, autore di “Euroscettici. Quali sono e cosa vogliono i movimenti contrari all’Unione Europea”. Per saperne di più.

///

ATENE

Gli organi di controllo e le associazioni dei media dell’UE esortano la Grecia a proteggere la libertà di stampa. Il Media Freedom Rapid Response (MFRR), un meccanismo a livello europeo che traccia, monitora e risponde alle violazioni della libertà di stampa e dei media in Europa, ha esortato martedì il governo greco a ritirare gli emendamenti proposti che introdurrebbero multe e pene detentive per i giornalisti colpevole di aver pubblicato “notizie false”. Leggi la storia completa.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Analista: La sconfitta di Babis indebolirà il legame tra Praga e Budapest. Il primo ministro ceco Andrej Babiš e il suo omologo ungherese Victor Orbán hanno criticato duramente le istituzioni UE insieme. Tuttavia, la sconfitta di Babiš nelle ultime elezioni parlamentari potrebbe danneggiare i rapporti tra i due Paesi. Per saperne di più.

Il partito del premier ceco Babis pronto all’opposizione. Il partito ANO (Renew) guidato dal primo ministro ceco Andrej Babiš è pronto a entrare all’opposizione dopo essere stato sconfitto di misura alle elezioni parlamentari, hanno confermato diversi membri di spicco del partito. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

I governi locali scioperano. Rappresentanti dei governi locali di tutto il Paese hanno in programma una protesta a Varsavia per dire al governo: “siamo dalla parte delle comunità locali e regionali”. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

Il ministro degli esteri ungherese a Mosca per colloqui sui ritardi relativi al nuovo reattore nucleare. Il ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjártó si è recato a Mosca per un giorno per discutere dell’ampliamento della centrale nucleare di Paks con il capo di Rosatom, una società di energia nucleare statale russa incaricata dei lavori. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Orban fa un passo indietro dal suo piano di acquistare terra slovacca. Il governo ungherese ha riconsiderato la sua intenzione di istituire un fondo per acquistare terreni coltivabili in Europa centrale con denaro statale, ha detto martedì ai media il ministro degli Esteri Ivan Korčok. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
SOFIA

La Bulgaria ha annunciato l’affondamento della nave con carico di urea tossica. La nave turca Vera Su, che ha colpito la costa vicino all’area protetta “Yailata”, nella parte settentrionale della costa bulgara del Mar Nero, è affondata. Ha a bordo tremila tonnellate di urea, che potrebbero causare una catastrofe ecologica nella Riserva Naturale di Kaliakra, che ospita molti uccelli marini protetti e specie marine in via di estinzione. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Romania vede crescere l’euroscetticismo. Un recente sondaggio ha rivelato che più di due terzi dei cittadini rumeni credono che il paese dovrebbe difendere i propri interessi se vanno contro le regole dell’UE, anche se ciò significherebbe lasciare l’Unione. Circa un terzo degli intervistati ritiene che un’uscita dall’UE non pregiudicherebbe gli interessi nazionali. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Il ministro dell’Economia croato promette di intervenire sulle accise o sull’IVA sui prezzi del carburante, se necessario. I prezzi del carburante in Croazia hanno raggiunto il livello più alto della storia lunedì (11 ottobre) notte a causa della crisi energetica e del carburante in corso in tutta Europa. Per saperne di più.

La Croazia è disposta a partecipare alla costruzione del secondo blocco della centrale nucleare di Krsko. Il ministro dell’Economia Tomislav Ćorić ha dichiarato che la prossima settimana in Slovenia, in una riunione croato-slovena, “annuncerà a livello ministeriale la disponibilità della Croazia a dialogare sulla costruzione di un secondo blocco della centrale nucleare di Krško”. Per saperne di più.

///

LUBIANA

La Slovenia si unisce all’appello a Bruxelles per etichettare l’energia nucleare come verde. La Slovenia si è unita a un gruppo di dieci paesi guidati dalla Francia, che hanno chiesto alla Commissione europea di riconoscere l’energia nucleare come fonte di energia a basse emissioni di carbonio. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Analista: ecco come ripristinare la posizione dell’industria della difesa serba sui mercati dell’ex Jugoslavia. L’analista militare Aleksandar Radić ha affermato che il vertice del Movimento dei paesi non allineati e la Fiera internazionale degli armamenti “Partner 2021” a Belgrado sono stati organizzati in contemporanea con l’idea di dare impulso all’industria della difesa della Serbia. Per saperne di più.

9 miliardi di euro per gli obiettivi dell’agenda verde dei Balcani occidentali. Il piano economico e di investimento per i Balcani occidentali contiene anche un sostegno finanziario per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda verde nella regione, per un valore di 9 miliardi di euro in sovvenzioni, ha affermato martedì il ministro serbo per l’integrazione dell’UE Jadranka Joksimović. Per saperne di più.

///

SKOPJE

È ora di un presidente albanese nella Macedonia del Nord, afferma il leader del partito albanese. Ali Ahmeti, leader del partito albanese DUI (Unione Democratica per l’Integrazione), che ha combattuto la guerra con le forze macedoni nel 2001, ritiene che un presidente albanese dovrebbe prendere il potere in Macedonia del Nord dopo la partenza dell’uscente Stevo Pendarovski. Per saperne di più.

///

TIRANA

L’Albania perde due cause alla Corte europea dei diritti dell’uomo. La Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) con sede a Strasburgo si è pronunciata a favore di due persone che hanno citato in giudizio il governo albanese per aver ritardato in modo significativo e irragionevole i loro casi giudiziari. Per saperne di più.


AGENDA:

  • UE: la Commissione europea proporrà misure a breve termine sulla crisi energetica / proposte per risolvere le questioni commerciali del Regno Unito relative all’Irlanda del Nord / presentazione dell’aggiornamento della strategia per l’Artico dell’UE.
  • Francia: il presidente Emmanuel Macron incontrerà per un pranzo di lavoro l’omologo tagiko Emomali Rahmon.
  • Austria: riprende il processo per droga per il presunto organizzatore del video Ibizagate.
  • Svezia: il primo ministro Löfven ospita il Forum internazionale sulla memoria dell’Olocausto e la lotta all’antisemitismo.
  • Svizzera: Katherine Tai, rappresentante per il commercio degli Stati Uniti, visita Ginevra.
  • Norvegia: il nuovo governo presenta l’agenda politica.
  • Polonia: Sciopero dei governi locali a Varsavia.
  • Spagna: la cancelliera tedesca Merkel in visita, riceve il premio europeo Carlos V.
  • Romania: il Primo Ministro Dacian Ciolos dovrebbe tenere colloqui con gli ex alleati del PNL e dell’UDMR per discutere la formazione di un nuovo governo.
  • Croazia: il Parlamento riprende la sessione per discutere la raccomandazione del presidente Zoran Milanović per il presidente della Corte suprema. È il terzo tentativo di eleggerlo (tutti i candidati sono maschi).
  • Slovenia: una delegazione della commissione per le libertà civili (LIBE) del Parlamento europeo inizierà una visita di più giorni dedicata allo stato di diritto e alla libertà dei media in Slovenia.
***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]