Le Capitali – Solo la pandemia ha permesso alla Germania di raggiungere i suoi obiettivi sul clima

Nel 2020 sono state emesse complessivamente 739 milioni di tonnellate di anidride carbonica, in diminuzione di 70 milioni di tonnellate rispetto all'anno precedente. [shutterstock/Markus Mainka]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Polonia: il governo rischia di cadere sulla Recovery e Resilience Facility di Tommaso Visone, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione G20: la difficile transizione dall’egemonia del dollaro di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

BERLINO

La Germania ha dichiarato martedì di aver raggiunto l’obiettivo nazionale sul clima per il 2020, con il 40,8% di emissioni in meno rispetto al 1990. Ma ciò non sarebbe stato possibile senza i blocchi legati al coronavirus, che hanno contribuito alla più grande riduzione delle emissioni da tre decenni per la maggiore economia europea.

In altre notizie, il leader della CDU Armin Laschet ha promesso di raggiungere la parità di genere nel gabinetto del suo governo, se dovesse vincere le elezioni federali che si terranno a settembre. “Parità nel prossimo gabinetto federale: questo è il mio obiettivo”, ha detto Laschet a un evento del settimanale Die Zeit.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

PRESIDENZA UE

I ministri dell’UE a maggio confermeranno la sospensione delle regole di bilancio. I paesi dell’UE concordano con i criteri proposti dalla Commissione europea per determinare per quanto tempo le regole di bilancio dovranno essere sospese, e a maggio dovrebbero decidere di continuare la sospensione nel 2022, ha detto martedì il ministro delle finanze portoghese João Leão

(André Curvelo Campos |  Lusa.pt)

///

BRUXELLES

I proprietari di ristoranti portano lo stato belga in tribunale. Più di cinquanta ristoratori della Vallonia e di Bruxelles hanno citato in tribunale lo Stato belga per ottenere la riapertura dei locali. Il settore della ristorazione è chiuso da ottobre per combattere la diffusione del coronavirus, ma non ci sono indicazioni che possa riaprire presto.

(Alexandra Brzozowski | EURACTIV.com)

///

PARIGI

I cittadini francesi avranno una nuova carta d’identità digitale. La Francia ha ufficialmente lanciato la sua nuova carta d’identità digitale, più piccola e dotata di un microchip, un codice QR, una foto digitalizzata e due impronte digitali, ha annunciato martedì il ministro della cittadinanza Marlène Schiappa. La carta, che dovrebbe essere più sicura di quella attuale, è in fase di test nel dipartimento dell’Oise prima del suo graduale lancio a livello nazionale. La carta d’identità nel suo formato attuale può ancora essere utilizzata fino al 2031 se valida, anche se non sarà più riemessa dopo agosto di quest’anno.

(Magdalena Pistorius | EURACTIV.fr)

///

LUSSEMBURGO

La Commissione Europea sarà coinvolta nel miglioramento della linea ferroviaria Lussemburgo-Bruxelles. La Commissione ha risposto positivamente alla richiesta del Lussemburgo e del Belgio di sostenere finanziariamente il progetto del miglioramento della linea ferroviaria tra le due capitali europee, che è stato afflitto da ritardi. Il vicepresidente Frans Timmermans ha risposto la scorsa settimana a una lettera del ministro dei Trasporti lussemburghese François Bausch e del suo omologo belga George Gilkinet, dicendo che la linea “può essere un esempio di sviluppo della politica delle infrastrutture a livello europeo”.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Il Regno Unito sposta gli occhi dall’Europa all’Asia. Il Regno Unito è destinato a spostare la sua attenzione dall’Europa alla regione indo-pacifica, come parte del previsto rinnovamento della sua politica estera, commerciale e di difesa annunciato martedì.

(Alexandra Brzozowski e Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

Il premier irlandese Micheal Martin sottolinea l’importanza dell’unità irlandese prima dell’incontro con Biden. In vista del suo incontro, fissato per il giorno di San Patrizio, con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il Taoiseach irlandese Micheál Martin ha parlato alla Brookings Institution di Washington, sottolineando il lavoro dell’iniziativa del governo Shared Island e la necessità di raggiungere la riconciliazione nell’Irlanda del Nord.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

La Finlandia prevede di spendere metà dei suoi fondi del suo piano di recupero nella “transizione verde”. I 2,9 miliardi di euro che la Finlandia riceverà dallo strumento per la ripresa e la resilienza dell’UE saranno suddivisi in tre settori, con il 50% dei finanziamenti destinati a rafforzare la transizione verde, e quelli rimanenti che saranno divisi tra digitalizzazione e investimenti in ricerca e sviluppo. Il piano del governo è stato reso pubblico lunedì.

In altre notizie, Nokia intende tagliare 10.000 posti di lavoro in tutto il mondo entro due anni. La società di telecomunicazioni ha annunciato martedì il suo piano per investire in ricerca e sviluppo e capacità future tra cui 5G, cloud e infrastruttura digitale. “Azzerando la sua base di costo”, l’azienda mira a realizzare risparmi di circa 600 milioni di euro entro la fine del 2023, per cui afferma che ridurrà la sua forza lavoro (che è di 90.000 dipendenti in tutto il mondo) di 10.000 persone nei prossimi 18-24 mesi, sebbene il numero esatto di licenziamenti dipenderà dagli sviluppi del mercato. Tuttavia, in Finlandia i posti di lavoro potrebbero aumentare poiché Nokia ha bisogno di esperti di tecnologia 5G.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Un’offerta pubblica per la nuova Alitalia non è essenziale, afferma Vestager.Rispondendo a una domanda dell’europarlamentare tedesco Andreas Schwab (PPE), la Commissaria per la concorrenza Margrethe Vestager ha spiegato martedì che “sebbene una gara d’appalto pubblica, aperta, trasparente, incondizionata e non discriminatoria sia il modo migliore per stabilire un prezzo di mercato, questo è non è un prerequisito assoluto per garantire la discontinuità economica” tra la compagnia di bandiera italiana Alitalia e la newco a controllo pubblico Ita, a cui il governo italiano ha deciso di conferire la compagnia. Bruxelles “sta analizzando le informazioni fornite dalle autorità italiane” sulla newco, ha aggiunto la commissaria, ricordando che la “discontinuità economica” tra le due società va valutata su “una serie di fattori”. Martedì Vestager ha incontrato anche i ministri dell’economia, dei trasporti e dell’industria italiani, che stanno lavorando al dossier per il rilancio della compagnia aerea.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

LISBONA

Il presidente portoghese mette il veto alla legge sull’eutanasia. Il presidente della Repubblica portoghese Marcelo Rebelo de Sousa ha posto il veto a un disegno di legge che depenalizza l’eutanasia in quanto incostituzionale. Due ore prima la Corte costituzionale aveva annunciato di aver dichiarato incostituzionale il disegno di legge, che modificava il Codice penale prevedendo che la richiesta di ottenere una morte medicalmente assistita non fosse punibile.

(Inês Escobar de Lima |  Lusa.pt)

///

MADRID

Iglesias si candida alle elezioni della regione di Madrid. Il vice primo ministro spagnolo Pablo Iglesias ha annunciato le sue dimissioni dalla carica all’inizio di questa settimana nel tentativo di unire le forze progressiste contro l’estrema destra nelle elezioni per la regione di Madrid, innescando un terremoto politico.

(Fernando Heller |  euroefe.es)

///

ATENE

Successo per il primo green bond della società elettrica greca. Public Power Corp. (PPC), la più grande compagnia energetica del paese, ha superato le aspettative con il suo primo green bond. La società di servizi energetici ha anche aperto una nuova strada a livello dell’UE, impegnandosi a pagare agli investitori una commissione più alta se non raggiunge i suoi obiettivi climatici.

(Alexandros Fotiadis e Theodore Karaoulanis |  EURACTIV.gr)


GRUPPO DI VISEGRAD

BRATISLAVA

Il primo ministro slovacco tace sulla risoluzione della crisi di governo. Dopo che il presidente slovacco Zuzana Čaputová ha incontrato martedì il primo ministro Igor Matovič per chiedere quali passi intende compiere per porre fine all’attuale crisi della coalizione di governo, che dura da tre settimane, il primo ministro ha offerto poche informazioni su come intende evitare il collasso del suo esecutivo.

(Marián Koreň |  EURACTIV.sk)

///

PRAGA

Dei certificati di negatività al COVID-19 devono essere concessi alle persone con test negativi, afferma il ministro degli Esteri ceco. Il ministro degli Esteri ceco Tomáš Petříček sostiene l’idea dei cosiddetti “passaporti COVID-19” che saranno presentati mercoledì dalla Commissione europea, aggiungendo che i test negativi dovrebbero essere visti come “un’alternativa alla vaccinazione”.

(Aneta Zachová | EURACTIV.cz)


NOTIZIE DAI BALCANI

SARAJEVO | ANKARA

La Bosnia-Erzegovina riceverà i vaccini dalla Turchia. La Turchia ha promesso di consegnare 30.000 dosi di vaccino anti-COVID-19 a Sarajevo, ha annunciato il presidente Recep Tayyip Erdoğan, che martedì ha ricevuto ad Ankara i membri della presidenza tripartita della Bosnia ed Erzegovina.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

SOFIA

Lunedì la Bulgaria entrerà nel terzo lockdown. Il governo bulgaro probabilmente annuncerà un terzo lockdown nazionale da lunedì, poiché il paese è duramente colpito dalla terza ondata di pandemia, con più di 7.000 pazienti ricoverati negli ospedali del paese e circa 4.600 persone risultate positive al COVID-19 nelle ultime 24 ore.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BUCAREST

La Romania non sospende le vaccinazioni con AstraZeneca. “Dire basta sarebbe stata la decisione più semplice”, ha detto Valeriu Gheorghita, il coordinatore della campagna di vaccinazione anti-COVID, sulla possibilità di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca.

(Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Benjamin Fox]