Le Capitali – Respingimenti “legali”: l’UE cammina sul filo del rasoio

Interpellato da EURACTIV, il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas ha dichiarato mercoledì che non solo la Lituania, ma anche altri Stati membri vorrebbero allargare il sistema dei respingimenti. [EPA-EFE/VALDA KALNINA]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Fondi Ue, l’Ungheria accusa Bruxelles di ricattare l’Est Europa di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.

Leggete anche Balcani occidentali, perché la ricerca di autonomia strategica dell’Ue è fallita di Dušan Reljić, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

VARSAVIA | VILNIUS

Respingimenti “legali”: l’UE cammina sul filo del rasoio. Di fronte a una situazione di stallo nei negoziati su un nuovo patto migratorio dell’UE, diversi Stati membri hanno presentato una proposta per legalizzare i respingimenti. Considerando che non è prevista alcuna risposta congiunta dell’UE sulla migrazione prima delle elezioni francesi dell’aprile 2022, l’UE è in una situazione molto delicata. Per saperne di più.

///

PRESIDENZA UE

La Slovenia ospita i direttori dell’UE per la non proliferazione e il disarmo. La Slovenia ha ospitato mercoledì (29 settembre) una riunione informale dei direttori della non proliferazione e del disarmo dell’UE nell’ambito della presidenza del Consiglio dell’UE del Paese, ha affermato il ministero degli Esteri. Per saperne di più.

///

BERLINO

I verdi tedeschi e i liberali dell’FDP concordano sul formare un blocco negoziale di coalizione. I Verdi e l’FDP detengono le chiavi della cancelleria dopo i solidi risultati elettorali di domenica. Ora, i co-leader dei verdi Annalena Baerbock e Robert Habeck hanno incontrato martedì gli alti funzionari dell’FDP. L’obiettivo dell’incontro con il capo Christian Lindner e il segretario generale del partito, Volker Wissing, era quello di esplorare la possibilità di trovare una posizione comune prima di parlare con i partiti più grandi per formare una coalizione di governo. Per saperne di più.

///

PARIGI

Il primo ministro francese annuncia il rilancio dell’edilizia sociale “sostenibile”. Poiché le tensioni sul mercato immobiliare sono aumentate negli ultimi dieci anni, mercoledì il primo ministro francese Jean Castex ha annunciato alcune misure per rilanciare l’edilizia e promuovere alloggi a prezzi accessibili. Per saperne di più.

///

VIENNA

La Corte Europea ordina a Tuifly e Ryanair di restituire milioni all’Austria. Mercoledì, la Corte di giustizia dell’UE ha stabilito che la compagnia aerea charter belga TUIfly e la compagnia aerea low cost Ryanair devono rimborsare 13 milioni di euro in sussidi dal governo austriaco nel 2016. Leggi di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

L’Irlanda potrebbe affrontare delle crisi dell’elettricità per i prossimi inverni. L’Irlanda potrebbe affrontare deficit di elettricità per i prossimi cinque inverni, ha avvertito un rapporto prodotto dall’operatore elettrico statale irlandese EirGrid. Per saperne di più.


PAESI BALTICI

TALLINN

Il completamento di Rail Baltic è stato rinviato al 2030. Il collegamento Rail Baltic, che unirà Estonia, Lettonia e Lituania alle destinazioni dell’Europa centrale, non sarà completato entro il 2026 come inizialmente previsto. Invece, dovrebbe essere completato entro il 2030, coincidendo con il completamento del resto della rete di trasporto europea TENT-T. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE
ATENE

Il pubblico ministero indagherà sull’aumento di capitale della società elettrica pubblica. Il procuratore finanziario greco Christos Bardakis ha chiesto un’indagine sull’aumento di capitale della Public Power Corporation (PPC) una settimana dopo l’annuncio, in cui lo Stato ha perso la sua quota di maggioranza. Per saperne di più.

///

LISBONA

Il rapporto ambientale preliminare sul litio individua “alcuni rischi”. Il rapporto preliminare sulla valutazione dell’impatto ambientale per il Lithium Prospecting and Exploration Program ha identificato “alcuni rischi” nelle otto potenziali aree nel nord e nel centro del Paese, ma ha comunque riconosciuto l’opportunità che ciò potrebbe avere per la decarbonizzazione dell’economia. Di più.

///

ROMA

Draghi: economia italiana meglio del previsto. La situazione economica in Italia “è di gran lunga migliore di quanto avremmo potuto pensare in primavera”, ha detto il premier Mario Draghi in un incontro in cui ha condiviso dati promettenti sulle previsioni economico-finanziarie del Paese.

Secondo stime aggiornate, il PIL italiano dovrebbe crescere del 6% quest’anno, mentre il debito netto dovrebbe scendere al 9,4% del PIL. (Viola Stefanello | EURACTIV.it)

///

MADRID

I tifosi torneranno negli stadi spagnoli mentre i casi di COVID-19 calano. Gli stadi di calcio torneranno alla piena capacità questo fine settimana per la prima volta dal blocco COVID-19 dello scorso anno, ha detto mercoledì il ministero della salute del paese. Per saperne di più.

Un’altra notizia: L’Arca di Noè che fornisce rifugio al bestiame di La Palma tra le ceneri. L’eruzione del vulcano Cumbre Vieja sull’isola spagnola di La Palma sta distruggendo alcuni dei terreni agricoli più fertili delle Isole Canarie. Minaccia anche il bestiame essenziale per la sopravvivenza di caseifici artigianali e agricoltori. Leggi la storia completa.


GRUPPO DI VISEGRAD

BRATISLAVA

I dati sul sistema di riciclo della Slovacchia sono probabilmente falsati. Mentre i dati di Eurostat affermano che la Slovacchia ricicla il 38,5% dei suoi rifiuti urbani, i numeri potrebbero essere deliberatamente gonfiati, ha riferito il media Denník N. Per saperne di più.

///

PRAGA

Il Primo Ministro ceco sostiene il tetto alle quote di emissione. Il primo ministro ceco Andrej Babis ha invitato il Consiglio europeo a discutere le quote di emissione di carbonio e un tetto ai prezzi dell’energia durante la sua prossima riunione. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
SOFIA

Il Mar Nero rischia la catastrofe ecologica a causa dell’inazione della Bulgaria. La nave cargo Vera Su, battente bandiera panamense e con equipaggio turco, si è arenata il 20 settembre sull’alta costa rocciosa bulgara a pochi chilometri dalla Riserva Naturale di Kaliakra. Se le autorità bulgare non riusciranno a trasferire il carico a terra, le oltre 3 mila tonnellate di urea a bordo potrebbero minacciare di trasformare questa parte del Mar Nero, uno degli habitat naturali più importanti d’Europa, in una zona morta. Per saperne di più.

///

BUCAREST

Il governo rumeno modifica le regole COVID-19 poiché il tasso di incidenza supera la soglia. Poiché il tasso di incidenza di COVID-19 di 14 giorni a Bucarest ha superato la soglia di sei persone su mille, il governo ha deciso di modificare alcune regole. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

I cittadini croati beneficeranno del programma di esenzione dal visto statunitense da dicembre. I cittadini croati potranno viaggiare negli Stati Uniti senza visto a partire dal 1° dicembre, ha dichiarato il ministro degli Interni Davor Božinović alla televisione nazionale HRT. Ha aggiunto che “questa notizia testimonia il fatto che la Croazia è riconosciuta come partner strategico per la sicurezza. Ci sono una serie di accordi, adeguamenti tecnici”. Per saperne di più.

///

LUBIANA

La Slovenia sospende l’uso del vaccino J&J. La Slovenia mercoledì ha sospeso l’uso del vaccino contro il coronavirus prodotto da Johnson & Johnson dopo che una donna di vent’anni è morta due settimane dopo aver ricevuto il vaccino. Questo sviluppo rischia di minare la già lenta diffusione del vaccino in Slovenia, alimentata da un potente movimento anti-vaccinazione. Per saperne di più.

///

BELGRADO

La situazione nel nord del Kosovo preoccupa Mosca. “La situazione nel nord del Kosovo è motivo di grande preoccupazione per Mosca”, ha detto mercoledì al presidente serbo Aleksandar Vučić l’ambasciatore russo in Serbia, Alexander Botsan-Kharchenko. Ha sottolineato che “la responsabilità della nuova crisi ricade sulle istituzioni provvisorie di Pristina, che rompono o non attuano gli accordi firmati in precedenza”, ha affermato l’Ufficio del presidente serbo, citando il diplomatico russo. Per saperne di più.

///

PRISTINA

Primo ministro kosovaro Kurti: il presidente serbo Vucic è “il problema”. I serbi che stanno bloccando due valichi di frontiera lo fanno sotto pressione da Belgrado, ha dichiarato il primo ministro kosovaro Albin Kurti alla televisione nazionale croata (HRT) in un’intervista. Ha aggiunto che “il problema è la Serbia, soprattutto il presidente di quel Paese che pensa e parla come negli anni ’90 del secolo scorso”. Per saperne di più.


AGENDA:

  • Francia: al Consiglio nazionale sull’idrogeno di oggi partecipano il ministro per la Transizione ecologica Barbara Pompili e il ministro dell’Economia Bruno Le Maire.
  • Polonia: il commissario Ue per gli affari interni Ylva Johansson incontrerà a Varsavia il ministro dell’Interno polacco Mariusz Kamiński per discutere della situazione al confine con la Bielorussia. Nel frattempo, la Corte Costituzionale si pronuncerà sulla costituzionalità di alcune disposizioni del Trattato UE.
  • Romania: è prevista la lettura di una mozione di censura davanti al parlamento.
  • Croazia: il primo ministro Andrej Plenković, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e i funzionari della Bosnia-Erzegovina partecipano alla cerimonia di apertura formale del ponte Svilaj sul fiume Sava, tra la Croazia e la BiH.
  • Slovenia: il primo ministro Janez Janša effettuerà una visita di lavoro nel Regno Unito per colloqui con il primo ministro Boris Johnson e il ministro degli Esteri Liz Truss.
  • Serbia: la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen concluderà la sua visita in Serbia nell’ambito di un tour dei Balcani occidentali. Nel frattempo, il ministero della cultura e dell’informazione della Serbia firmerà un programma di cooperazione nel campo della cultura e dell’arte con il ministero della cultura e del turismo cinese per il periodo 2021-2024.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]