Le Capitali – Repubblica Ceca, il Comitato di difesa propone di rimuovere dalla carica il presidente Milos Zeman

Il presidente della Repubblica Ceca, Milos Zeman [EPA-EFE/MARTIN DIVISEK]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

PRAGA

La commissione per gli Affari esteri, la difesa e la sicurezza del senato ceco ha affermato che il presidente Miloš Zeman non è in grado di ricoprire la sua posizione e ha proposto di rimuoverlo. La camera alta del Parlamento voterà se il presidente debba essere rimosso dall’incarico la prossima settimana, e poi sarà il turno della camera bassa, che però potrebbe rivelarsi un ostacolo insormontabile al procedimento. Secondo il comitato, Zeman avrebbe aiutato favorito Cina e Russia, attaccato il Senato e molti giornalisti, e diminuito la credibilità dei servizi segreti del Paese.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

PRESIDENZA UE

L’Europa è forte solo se la vita dei suoi cittadini migliora, dice il presidente del Portogallo. Il presidente del Portogallo Marcelo Rebelo de Sousa, in vista del Consiglio europeo del 24-25 giugno, ha descritto il semestre di presidenza del Consiglio dell’Unione europea come un periodo “difficile” che ha comportato molto lavoro, avvertendo che l’UE è forte solo quando migliora la vita dei cittadini

(Sara Madeira |  Lusa.pt)

///

BERLINO

I conservatori tedeschi si preparano per una forte affermazione dell’estrema destra nelle elezioni regionali in Sassonia Anhalt. I conservatori tedeschi si stanno preparando per quello che probabilmente sarà un risultato clamoroso nelle elezioni regionali di domenica nello stato orientale della Sassonia Anhalt, con i sondaggi che suggeriscono che l’estrema destra di Alternativa per la Germania (AfD) dovrebbe guadagnare oltre un quinto dei voti.

(Nikolaus J. Kurmayer |  EURACTIV.de)

///

PARIGI

Macron sospende l’iter della controversa riforma delle pensioni. Il presidente francese Emmanuel Macron ha riconosciuto giovedì che la prevista riforma delle pensioni non può “essere ripresa così com’è” dopo che la discussone in materia era stata interrotta dalla pandemia di COVID-19 nel marzo 2020.

(Clara Bauer-Babef |  EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Il Comitato consultivo belga discute dei viaggi estivi e dei prossimi allentamenti delle restrizioni. I governi regionali del Belgio si incontreranno venerdì per discutere le condizioni in base alle quali i cittadini potranno viaggiare durante l’estate e annunciare la prossima fase di allentamenti.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

VIENNA

Un giudice costituzionale austriaco si dimette per lo scandalo degli sms. Il giudice costituzionale austriaco Wolfgang Brandstätter si è dimesso dopo che la rivelazione dei suoi scambi di messaggi su WhatsApp con l’ex direttore del dipartimento della Giustizia, Christian Pilnacek, riguardo a presunti atti di corruzione e di violazione dello stato di diritto.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

I ribelli Tory potrebbero ribaltare la politica di aiuti del governo britannico. I ministri del Regno Unito stanno affrontando la crescente prospettiva di una grande ribellione nel partito conservatore, che potrebbe ribaltare la politica di aiuti del governo: 30 ribelli Tory, tra cui l’ex primo ministro Theresa May, hanno dichiarato infatti che voteranno la prossima settimana a favore dell’aumento della spesa per gli aiuti nel 2022, contro la maggioranza parlamentare di 80 seggi che sostiene il governo. L’annuncio arriva a pochi giorni dall’avvio del G7 presieduto dal primo ministro Boris Johnson.
Andrew Mitchell, l’ex ministro dello Sviluppo internazionale che guida i ribelli, ha detto che si aspetta di ottenere i voti di altri 15 parlamentari conservatori, il numero necessario per approvare l’emendamento che ripristinerebbe il budget dello 0,7% destinato ai sussidi. L’anno scorso, il cancelliere Rishi Sunak lo aveva tagliato allo 0,5% del reddito nazionale lordo, equivalente a un calo della spesa di 4 miliardi di sterline (4,7 miliardi di euro).

(Benjamin Fox | EURACTIV.com)

///

DUBLINO | BELFAST

Il nuovo leader del DUP incontra per la prima volta il governo irlandese. Il neoeletto leader del DUP Edwin Poots ha incontrato il primo ministro irlandese Micheal Martin giovedì sera per la prima volta da quando ha preso il posto di Arlene Foster, per discutere principalmente del protocollo dell’Irlanda del Nord, in una discussione che Poots spera sarà “franca”.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

Un sondaggio mostra che i lavoratori finlandesi preferiscono lavorare da casa.Con l’allentamento delle restrizioni in tutta Europa, un nuovo sondaggio della Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro (Eurofound) ha scoperto che circa il 20% dei lavoratori in Finlandia vorrebbe lavorare a casa in modo permanente e oltre il 40% vorrebbe lavorare da casa part-time nel post-pandemia.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///

COPENAGHEN

La Danimarca approva una legge per processare le domande dei richiedenti asilo fuori dall’Europa. La Danimarca giovedì ha approvato una legge che le consente di processare le domande dei richiedenti asilo al di fuori dell’Europa, suscitando la rabbia dei difensori dei diritti umani, delle Nazioni Unite e della Commissione europea.

(EURACTIV.com with Reuters)

///

VILNIUS

Il Primo Ministro lituano a Bruxelles chiede maggiore sostegno nella sorveglianza delle frontiere. Giovedì il primo ministro lituano Ingrida Šimonytė ha chiesto un maggiore sostegno da Bruxelles per aiutare a proteggere il confine del paese con la Bielorussia.

(LRT.lt/en)

///

TALLINN | HELSINKI

L’Estonia diventa il primo paese baltico a vietare l’allevamento di animali da pelliccia. Il parlamento estone ha approvato il divieto di allevare animali da pelliccia con 56 voti a favore e 19 contrari, secondo ERR News.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

I sindacati italiani criticano le osservazioni della Commissione sul blocco dei licenziamenti per la pandemia. I sindacati italiani hanno reagito con furia al documento tecnico della Commissione europea allegato alle raccomandazioni di primavera pubblicate mercoledì, che contengono critiche sul blocco dei licenziamenti in vigore dall’inizio della pandemia.

In altre notizie, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) prevede che l’economia italiana crescerà del 4,3% nel 2021 e del 4% nel 2022, più del 4,3% e del 3,6% precedentemente ipotizzato. Tuttavia, l’Fmi ha affermato che “l’incertezza rimane” e le prospettive economiche del Paese dipendono “dall’andamento della pandemia, dall’entità dei cambiamenti strutturali che produrrà ma anche dall’efficacia delle politiche economiche e sanitarie”.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

SPAGNA

La Spagna riapre la vita notturna per la stagione estiva. La Spagna prevede di riaprire i locali notturni nelle regioni con meno casi di COVID-19 in tempo per la stagione estiva, mentre osserva un settore del turismo internazionale, risorsa molto importante per il paese, gravemente colpito dalla pandemia.

(euroefe.es)

///

ATENE

La polizia greca vuoi usare messaggi ad alti decibel per scoraggiare i migranti. La polizia greca giovedì ha dichiarato di voler usare messaggi ad alti decibel, progettati per scoraggiare i migranti, dopo aver installato due controversi ‘cannoni sonori’ al posto di frontiera di Evros con la Turchia.

(EURACTIV.com with AFP)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Bambini disabili allontanati da scuola prima della visita del ministro. Il ministro dell’Istruzione polacco Przemysław Czarnek è stato criticato per una visita a una scuola a Łuków per celebrare il suo 60° anniversario, perché secondo la direttrice i bambini più piccoli, i bambini gravemente disabili e quelli con i voti più bassi non hanno potuto partecipare alle celebrazioni.

(Aleksandra Krzysztoszek |  EURACTIV.pl)

///

BRATISLAVA

Un sondaggio mostra il giudizio positivo degli slovacchi sulla Russia. Un recente sondaggio del think tank politico Globsec ha mostrato che ben il 55% degli slovacchi vede positivamente il presidente russo Vladimir Putin, e per il 47% degli intervistati la Russia è il partner più importante della Slovacchia.

(Irena Jenčová |  EURACTIV.sk)

///

BUDAPEST

L’Ungheria fa un’inversione a U sulla divulgazione del tipo di vaccino nel passaporto COVID-19. La versione digitale della carta di immunità ungherese includerà il tipo di vaccinazione e le date di entrambe le vaccinazioni entro il 15 giugno, e quindi sarà conforme ai regolamenti dell’UE, ha detto ai giornalisti Gergely Gulyás, capo di gabinetto del primo ministro, capovolgendo così una precedente decisione di febbraio.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

La Bulgaria travolta dallo scandalo dei trapianti di organi ai super ricchi. Il ministero della Salute bulgaro ha rivelato giovedì che sotto l’ex governo di Boyko Borissov un ospedale statale ha eseguito trapianti di organi da donatori poveri a ricchi “zii” camuffati da false identità, per i quali il ministero ha “tutte le ragioni per credere che non siano parenti, come previsto dalla legge”. Secondo quanto riferito, un alto funzionario del governo ha ricevuto un trapianto di fegato in questo modo, saltando in cima alla lista d’attesa.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BUCAREST

La Romania invitata a fare di più contro i trafficanti di esseri umani. La Romania dovrebbe fare di più per reprimere la tratta di esseri umani, garantendo che i trasgressori siano puniti e le vittime risarcite, ha affermato il Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta alla tratta di esseri umani (GRETA).

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

Il presidente croato criticato per aver perdonato un criminale di guerra. Il presidente croato Zoran Milanović ha risposto all’indignazione pubblica che ha ricevuto per aver graziato il criminale di guerra Branimir Glavaš, condannato per crimini contro i serbi a Osijek durante la guerra interna. “In termini formali, è uguale a me, non un uomo condannato”, ha detto Milanović.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

Vucic: possibile una soluzione di compromesso per il dialogo Belgrado-Pristina.Raggiungere una soluzione di compromesso per i colloqui Belgrado-Pristina è possibile, e i colloqui con il Kosovo dovrebbero presto riprendere, ha dichiarato giovedì il presidente serbo Aleksandar Vučić su Instagram dopo aver avuto “una buona conversazione” con l’inviato speciale dell’UE per il dialogo Belgrado-Pristina, Miroslav Lajčak, e con e l’inviato speciale degli Stati Uniti per i Balcani occidentali, Matthew Palmer.

(betabriefing e EURACTIV.rs)

///

BELGRADO | ATENE

Il ministro delle Finanze greco Dendias chiama Lajčak prima del suo viaggio in Kosovo. In vista della sua visita in Kosovo prevista per venerdì, il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias ha parlato al telefono con l’inviato speciale dell’UE per il dialogo Belgrado-Pristina, Miroslav Lajčak.

(betabriefing e EURACTIV.rs)

///

SARAJEVO

Il leader dell’HDZ in Bosnia-Erzegovinai: una riforma elettorale necessaria per il percorso d’ingresso nell’UE. Dragan Čović, il leader dell’HDZ BiH, ha incontrato Johann Sattler, capo della delegazione dell’UE in Bosnia-Erzegovina, per discutere dell’attuazione delle riforme elettorali e costituzionali del paese, che Čović ha affermato essere necessarie per mantenere la BiH sulla strada dell’adesione all’UE.
Il leader del partito ha anche affermato che il 2021 è un’opportunità per raggiungere la stabilizzazione interna a lungo termine e affrontare le sfide a lungo trascurate, e che le modifiche alla legislazione elettorale non dovrebbero essere ritardate. Čović ha anche accolto con favore il forte impegno dei partner europei e internazionali in questo senso.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

SKOPJE

Zaev pronto a pregare Sofia per un accordo, ma senza sacrificare identità e lingua. Il primo ministro della Macedonia del Nord Zoran Zaev si è detto pronto a chiedere una soluzione a Sofia sulla controversia diplomatica che oppone i due paesi, ma non è disposto a sacrificare l’identità e la lingua macedone, aggiungendo che se il dialogo con la Bulgaria avrà successo, i colloqui potrebbero tenersi già il 23 giugno.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

Il capo della Comunità dell’energia Kopac avverte il Kosovo che non c’è nessun futuro nel carbone. L’apertura del mercato implica un aumento delle bollette elettriche, e il governo deve assicurarsi che ciò avvenga gradualmente, ha detto all’Assemblea del Kosovo Janez Kopač, direttore del Segretariato della Comunità dell’energia, aggiungendo che “tutti gli sforzi devono essere diretti alle energie rinnovabili” e che le centrali elettriche a carbone non hanno futuro”, ha riportato Balkan Green Energy News.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

TIRANA | ATENE | ANKARA

Grecia: l’integrazione nell’Ue avvicinerà l’Albania alla Grecia, a prescindere dalla Turchia. La decisione dell’Albania di continuare il percorso di adesione all’UE la avvicinerà ancora di più alla Grecia, ha affermato il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias durante la Conferenza internazionale sulla crescita regionale.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)


AGENDA

  • Belgio: il comitato consultivo si riunisce per discutere la prossima fase di allentamento delle restrizioni anti COVID-19.
  • Italia: Fitch rivede il rating del Paese, mentre il ministro dell’Economia Daniele Franco parteciperà alla riunione del G7 a Londra.
  • Spagna: il primo ministro socialista spagnolo Pedro Sánchez inizierà la sua visita ufficiale in Libia per esprimere il suo sostegno a una transizione pacifica nel Paese africano.
  • Regno Unito: i ministri delle finanze del G7 si incontrano a Londra.
  • Croazia: insediamento formale dei sindaci neoeletti alle recenti elezioni locali in tutta la Croazia.
  • Serbia: il direttore dell’Ufficio del governo serbo per Kosovo e Metohija, Petar Petković, incontrerà l’inviato speciale dell’UE per il dialogo Belgrado-Pristina, Miroslav Lajčak e l’inviato speciale degli Stati Uniti per i Balcani occidentali, Matthew Palmer.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Paula Kenny, Josie Le Blond]